Italia

29 dicembre 1890, massacro di Wounded Knee

massacro di Wounded Knee Accadde Oggi. Un colpo partito accidentalmente dal fucile di Uccello Giallo, Sioux Lakota, circondato dai soldati del 7° Cavalleggeri, che uccide un ufficiale dell’esercito, …

… è molto probabilmente la scintilla che fa scatenare lo sbarramento di fuoco delle giubbe azzurre contro gli indiani che si erano trascinati tra la neve fino a Wounded Knee. Gli indiani erano praticamente gli ultimi Lakota Sioux, che sfuggiti dalla riserva di Pine Ridge, per seguire l’antica tradizione della Ghost Dance, la danza con la quale sarebbero stati immortali, vengono inseguiti dai soldati americani, che hanno l’ordine di riportarli indietro, vivi. Lo sparo accidentale, mentre gli stessi indiani stanno cedendo le armi ai soldati è l’inizio del massacro. Vengono uccisi centinaia di pellerossa, tra di loro anche donne e bambini, cadono tutti sotto i colpi delle terribili mitragliatrici Hotchkiss in dotazione al 7° Cavalleria. Sarà uno degli ultimi massacri dell’uomo bianco, che ormai ha ripulito gli States dalla fastidiosa presenza dei pellerossa e si avvia a costruire il “nuovo mondo”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico