Home

Niente Inter per Aguero: “Se lascio Madrid vado in Inghilterra”

Aguero Era la tentazione di Massimo Moratti che lo voleva all’Inter per aggiungere un altro argentino ai tanti già presenti alla Pinetina. “Era”, appunto, perchéAguero ha altri progetti per il futuro.

Classe, tenacia, bravura: questo è l’attaccante argentino dell’Atletico Madrid, protagonista assoluto dell’ultima annata calcistica della sua squadra. Moratti sperava di portarlo in Italia sfruttando “l’effetto argentino” ma non c’è nulla da fare per ottenerlo. L’attaccante, nell’intervista ad “Eurosport” giura così fedeltà alla sua attuale squadra: “I miei procuratori – ha detto il fuoriclasse – hanno stipulato un contratto con l’Atletico fino al2012 e, visto che c’è anche un accordo di collaborazione sui diritti di immagine, pare proprio che rimarrò a lungo a Madrid”.

Insomma, parole di vero amore nei confronti dei madrileni e poi, molto più realista, aggiunge: “Però nel calcio non si può mai sapere e quindi non posso escludere che un giorno andrò a giocare in Inghilterra, come Fernando Torres. Nando è ancora oggi molto amato dai tifosi dell’Atletico e io non ne sono geloso: anzi, quando abbiamo giocato contro il Liverpool in Champions League l’ho incontrato volentieri. Siamo giocatori dalle caratteristiche diverse, ma da quando è andato in Premier League è migliorato moltissimo”. Dunque, stima erispetto nei confronti di un amico che sembra ancora non aver dimenticato malgrado ilpassaggio al Liverpool.

Aguero e Lavezzi sono forse le più grandi scommesse del ct argentino Diego Armando Maradona, che Aguero vede quasi come un secondo padre. Ecco come definisce il rapporto con l’indimenticato idolo napoletano: “Tra di noi c’è un legame molto forte, che va ben al di là del calcio. E’ molto raro che tra di noi si parli di pallone e quando succede è sempre perché è Diego ad iniziare il discorso. Per una questione di rispetto, io non gli chiedo mai niente, perché immagino che nella vita privata abbia voglia di staccare la spina. Trattandosi del più grande giocatore di tutti i tempi, ovviamente ho fatto tesoro dei suoi consigli: mi dice sempre di credere in me stesso, perché è convinto che farò una lunga strada”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico