Caserta

Gino Rivieccio il 15 dicembre al Teatro comunale

Gino RivieccioCASERTA. Gino Rivieccio, il simpatico attore napoletano, apprezzato per il suo garbato e graffiante umorismo, sarà ospite del “Natale a Caserta” lunedì 15 alle ore 17 nel foyer del Teatro Comunale, …

… dove l’Associazione Stampa della Provincia di Caserta, d’intesa con l’Assessorato alla Cultura del Comune, ha organizzato la presentazione del libro e del Dvd dal titolo “Gino Rivieccio Show”, realizzato per i trenta anni di attività dell’artista, peraltro da tempo iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Campania.

A introdurre l’incontro sarà l’assessore comunale alla Cultura Gianfranco Fierro, seguito dal presidente dell’Assostampa Michele De Simone che, insieme con il giornalista Franco Tontoli, intervisterà Gino Rivieccio in un faccia a faccia che riserverà sicuramente momenti di divertita spensieratezza per gli intervenuti.

Gino Rivieccio è uno dei personaggi che hanno fatto la storia della comicità partenopea degli ultimi decenni, brillando sia a teatro che in televisione. Capace di una comicità elegante e mai volgare, è stato definito un gentleman della risata. Nel dvd raccoglie gli sketch più esilaranti del suo repertorio: i personaggi a cui il pubblico è più affezionato, dal Cameriere a Raimondo Battaglia, da Domenica In al Merigiornale, dallo Zapatero di Afragola alla Iervolino posseduta, insieme ai monologhi più coinvolgenti sulla napoletanità. Nel libro invece combina teatro e realtà, non solo ricostruendo la cronologia dei fatti più curiosi e originali che hanno scandito la sua carriera, ma delineando un vivido ritratto di sé e di chi con lui ha collaborato. Alterna retroscena a volte indiscreti della sua vita artistica ad attimi di intime riflessioni mediante la descrizione di personaggi, incontri, spettacoli, tensioni, applausi e tutto quello che si nasconde dietro il palcoscenico.

Rivieccio nasce a Napoli il 31 gennaio 1958. Nel 1973 mette in piedi un goliardico gruppo di cabaret e nel 1979 entra a far parte come attore della compagnia stabile del Teatro Sannazaro di Napoli, a fianco di Nino Taranto, Luisa Conte e Pietro De Vico. Vincitore del Festival del cabaret di Loano, condurrà poi con Carmen Russo e Paolo Villaggio Un Fantastico tragico Venerdì su rete 4. Dal 1987 al 1989, invece, conduce su canale 5 la trasmissione Cantando cantando, con Little Tony, Rosanna Fratello e Bobby Solo e sulla stessa rete nel 1990 condurrà con Lino Toffolo la trasmissione Casa Mia. Nel 1991 passa alla Rai per affiancare Osvaldo Bevilacqua in Sereno variabile e nel 1992 si misura nell’ultima esperienza televisiva: Il Cantagiro, con Mara Venier e Fiorello.

Da allora in poi Gino Rivieccio si dedicherà solo al teatro: 1993 Scanzonatissimo, per la regia di Dino Verde e con Brigitta Boccoli;1994 Scanzonatissimo Gran Casinò, con Sabina Stilo per la regia di Don Lurio;1995 Scrive insieme a Nino Marino e interpreta lo spettacolo Mille scuse; 1997 Bentornata Passarella, ancora scritto con Marino e con Pamela Prati;1998 Interpreta Tilt, scritto insieme a Gustavo Verde; 1999 Si prega di lasciare l’armadio entro le ore 12.00, remake del celebre testo di Feydau “l’albergo del libero scambio”, per la regia di Gaetano Liguori; 2001 Per un’Italia migliore, spettacolo di satira politica scritto da Dino e Gustavo Verde; 2002 gira l’Italia con Di più non dico, brillante commedia sullo scottante tema della globalizzazione; 2003 ritorna al teatro di varietà con Si minacciano repliche; 2004 dopo una ripresa di Sali e t’abacchi, porta in scena L’Anfitrione di Plauto; 2005 Riprende Scanzonatissimo con la Minale Big Band e allestisce un one-man-show dal titolo Mettetevi comodi, spettacolo che riprende molte canzoni di oggi e di ieri e che continua anche nel 2006; nel 2007 lo vediamo in Sarto per signora di Feydau; nel 2008 recita con Vittorio Marsiglia in Non complichiamoci la vita; attualmente è al Teatro Totò con Cose da ridere.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico