Caserta

Droga: arrestati due spacciatori, altri due denunciati

 CASERTA. Nuovo blitz della polizia a Caserta per contrastare il traffico di stupefacenti.

Nell’ambito di una vasta operazione che si è estesa nel capoluogo e nel comune di San Nicola la Strada, gli investigatori della Squadra Mobile diretta dal vicequestore Rodolfo Ruperti hanno arrestato due persone, denunciandone altre due e contravvenzionando tre acquirenti.

Sin dal pomeriggio di ieri, gli investigatori, in coincidenza con il lungo fine settimana, periodo di consueta impennata dei consumi di droga, in particolare cocaina ed hascisc, hanno predisposto ed attuato una diffusa attività di monitoraggio ed osservazione dei luoghi notoriamente frequentati da spacciatori e consumatori di cocaina.

Giovanni Di StefanoTali attività permettevano di notare Giovanni Di Stefano (nella foto a destra), 27 anni, con precedenti per contrabbando di tabacchi – conosciuto ai poliziotti per le sue abituali frequentazioni degli ambienti collegati allo spaccio – che a San Nicola la Strada contattava con circospezione alcuni coetanei con i quali scambiava repentini incontri. Il giovane, pertanto, veniva sottoposto ad un discreto pedinamento durante i suoi successivi spostamenti a Caserta e fino al suo ritorno a casa, al parco “ambra” in Piazza Vetrano, dove, veniva notato, prima di entrare nella sua abitazione del secondo piano, raggiungere il piano superiore e armeggiare vicino ad una plafoniera.

Successivamente, i poliziotti scorgevano due giovani che entravano nello stabile, uno dei quali identificato per Felice Tunisino, 31 anni, nato a Maddaloni ma residente a Caserta, con precedenti per concorso in associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di stupefacenti. All’uscita, Tunisino ed il suo amico, poi identificato per Luigi Viscardi, 20 anni, incensurato, venivano immediatamente bloccati e controllati. Gli agenti trovano addosso ad uno dei due un involucro contenente 2,5 grammi di cocaina che si accertava essere stati appena acquistata proprio da Di Stefano presso la cui abitazione veniva effettuata una perquisizione che consentiva di rinvenire all’interno di una credenza in cucina un primo involucro di cellophane contenete 11 grammi di cocaina. In seguito, all’interno della plafoniera dove era stato notato armeggiare, veniva rinvenuto un secondo sacchetto contenete 250 grammi di polvere bianca che al narcotest risultava anch’essa essere cocaina. Di Stefano, pertanto, veniva arrestato per detenzione e cessione di stupefacenti, mentre Tunisino e Viscardi venivano denunciati in stato di libertà per il limitato quantitativo di droga trovato in loro possesso.

In precedenza altri due giovani erano stati fermati in Piazza Vetrano e trovati in possesso di un grammo di cocaina e pertanto segnalati al Prefetto di Caserta per il possesso per uso personale dello stupefacente.

Vincenzo CioffiIntorno alle 22.40 veniva effettuato analogo servizio di appostamento in via G.M. Bosco, nei pressi dei più frequentati locali del capoluogo. Una pattuglia della Squadra Mobile notava, parcheggiata in strada, una vettura con a bordo Vincenzo Cioffi (nella foto a destra), 22 anni, nato a Maddaloni e residente a Caserta, incensurato ma noto anch’egli per le sue frequentazioni negli ambienti collegati allo spaccio di cocaina. Il giovane si trovava insieme ad un coetaneo al quale, dopo avere ricevuto una banconota, consegnava un piccolo involucro. Il gesto non sfuggiva agli agenti, in osservazione a breve distanza, che immediatamente bloccavano i due. Cioffi aveva ancora tra le mani il denaro e altri 5 piccoli involucri contenenti polvere bianca, risultata essere cocaina per il peso di 3 grammi, e pertanto veniva anch’egli tratto in arresto per detenzione e spaccio di sostanza stupefacente mentre il suo cliente, incensurato, veniva segnalato al prefetto di Caserta come consumatore per la detenzione di una dose di cocaina di circa un grammo appena acquistata. La vasta operazione di polizia, quindi, si è conclusa con l’arresto di due persone, peraltro incensurate per reati in materia di stupefacenti, con la denuncia a piede libero di altre due e la segnalazione al prefetto di tre acquirenti, evidentemente consumatori abituali di cocaina, ed il sequestro di oltre 1000 euro, provento dell’illecita attività.

Il blitz di ieri fa seguito all’ingente sequestro di alcune settimane fa effettuato dalla Squadra Mobile di Caserta quando dopo dell’arresto di Antonio Mucherino, 36 anni, venivano sequestrati presso la sua abitazione 5 chili di hascisc ed un chilo di sostanza psicotropa del tipo anfetamina destinata alla produzione di oltre 4000 pastiglie di ecstasy.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico