Caserta

Differenziata, nuove iniziative di “Terra Nostra”

Pasquale CostagliolaCASERTA. Quando le azioni degli enti istituzionali sono carenti o assenti ben vengano le associazioni di volontariato.

Anche a Caserta, visto che in materia di raccolta differenziata si è ancora lontanissimi dalle percentuali previste dal Governo Berlusconi, entra in scena l’associazione Terra Nostra che ha messo in campo nuove iniziative per la raccolta differenziata. Infatti, l’associazione casertana sta promuovendo la raccolta dell’alluminio in collaborazione con lo specifico consorzio nazionale. In questa operazione l’Istituto Professionale Ferrarsi si è posto come pioniere. Il preside dott. Massaro, il vice preside dottor Rivetti e Il dsg Di Camillo stanno coadiuvando lo sforzo dei giovani a raccogliere differenziando. Non solo l’alluminio viene recuperato ma tutti i materiali riciclabili sono conferiti alla Saba in maniera adeguata. La società aggiudicataria dell’appalto per i sevizi smaltimento sta cercando di passare alla fase operativa della differenziata e in questo senso Terra Nostra sta operando una campagna di informazione che prepari la gente. “Purtroppo – ha affermato Pasquale Costagliola, presidente di Terra Nostra (nellafoto)– c’è da registrare l’assenza delle istituzioni in questo campo che sembrano estranee alla problematica rifiuti. Questo atteggiamento mostra, se ce ne fosse bisogno, l’inconcludenza e l’avventurismo di una classe politica che è lontana dalle vicende cittadine. I fatti mostrano anche un senso di responsabilità ed uno spirito di servizio nei confronti della comunità per alcuni, cittadini ed associazioni che inopinatamente sono stati accusati a volte di assoluto antagonismo. In realtà” – per Pasquale Costagliola ed Alberto Montanaro di TN – “Noi non abbiamo mai abbandonato lo spirito di denuncia e di contrasto per quanti stanno svendendo il nostro paese ma, nel contempo, operiamo con le nostre possibilità per reagire con i fatti al degrado. Lo facciamo per amore della nostra gente e per rivendicare una dignità calpestata ogni giorno dai nostri politici e da quanti trovano il modo di rovesciare fango sulla campania. Le iniziative in campo – hanno concluso i due esponenti ambientalisti – si allargano dalle operazioni di bonifica di palazzo reale alla raccolta differenziata che sta arrivando oramai ad un anno di continuità nell’Agenzia Entrate di Caserta con l’impegno di tutti, dirigente Barracelli ed i dipendenti e dell’ausilio di Teresa D’Ise della Mondial che lavora per i servizi nel palazzo finanziario. Tutto questo rappresenta un lavoro silenzioso di volontariato”. Appunto, come volevasi dimostrare.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico