Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Lanfranco: “Casale è migliore della destra che la governa”

Emilio Lanfranco CASAL DI PRINCIPE. Nonostante il clima natalizio sia alle porte, il Partito Democratico di Casal di Principe sferra un duro attacco all’amministrazione di centrodestra, guidata dal sindaco Cipriano Cristiano.

La locale sezione guidata da Emilio Lanfranco pone all’attenzione della cittadinanza una serie di tematiche che fanno capire il modo in cui Casale viene amministrata. “Il sindaco Cristiano e la sua giunta – dichiara il segretario Lanfranco– continuano a far indietreggiare questo paese. Oramai sono passati diciotto mesi e il paese non ha fatto nessun passo avanti. In questi giorni abbiamo voluto informare la cittadinanza degli scempi amministrativi che il sindaco e la sua allegra brigata compiono sulle nostre spalle. Basti pensare al fatto che continuano a mettere come attivo di bilancio le entrate derivanti dalle tariffe sull’acqua, pur essendo le stesse, per mancanza dei contatori, non esigibili. Questo porterà probabilmente il Comune, fra non molto, al dissesto finanziario, aggravando così le sue già precarie condizioni A ciò si aggiunga il fatto che continuano ad elargire incarichi professionali inutili, senza senso, gravando sempre di più sulle già dissanguate casse comunali. In questi diciotto mesi, ma anche prima, hanno illuso centinaia di famiglie e di giovani, promettendo inesistenti posti di lavoro presso il fantomatico Centro Commerciale. Abbiamo visto spuntare durante la campagna elettorale, da un giorno all’altro, lamiere, escavatori e quant’altro, tanto per fare un po’ di scena. Finita la fase elettorale, e poi durante gli ultimi mesi, hanno rimosso tutto, lamiere comprese. Illudere la gente è la cosa che a loro riesce meglio. Sono dei veri e propri maestri in questo. Hanno incassato poi negli ultimi mesi centinaia di migliaia di euro per le concessioni edilizie, che sono finite in mille rivoli, senza essere destinate realmente alle opere di urbanizzazione.

Per non parlare del traffico. Negli ultimi mesi hanno avuto a disposizione nuove forze, con il progetto temporaneo dei cosiddetti “vigilini”, ma il caos non è diminuito di una virgola, anzi continua a peggiorare. Li hanno dotati pure di motorini che sono costati alle nostre casse quasi trentamila euro. Eppure rimangono parcheggiati lì nello spiazzo interno al comune, abbandonati e inutilizzati da diverso tempo, in balia dell’incuria e della pioggia. Io mi chiedo: perché sprecare denaro per acquistarli se poi vengono lasciati inutilizzati? Perché comprarli se il progetto era a termine? Perchè non hanno utilizzato quei soldi per aiutare chi sta in difficoltà o per gli anziani, attraverso le attività dei servizi sociali? Ma al Sindaco non interessa tutto questo.

In ultimo, poi, com’è noto, sono stati emanati dal governo una serie di decreti che danno poteri al sindaco per intervenire sulla raccolta dei rifiuti. Intanto interi quartieri non ricevono il servizio di raccolta, perchè questa amministrazione continua ad infischiarsene e a non affrontare la questione seriamente. Anzi quello che si ritiene opportuno fare è invece cambiare un assessore, il quale prima accetta e poi rifiuta la delega all’Ambiente. Insomma si mettono a litigare per spartirsi le poltrone, mentre noi continuiamo a pagare salatissime bollette per la Tarsu alla Equitalia Polis, usufruendo di un pessimo servizio. E’ una amministrazione seria quella che agisce così? Non credo. È evidente che Cristiano e compagnia vivono alla giornata, senza nessuna prospettiva a lungo termine; niente insomma che possa portare questo paese ad uscire dal pantano in cui si trova”.

Parole chiare e nette dunque quelle del segretario Pd che inaspriscono lo scontro politico a Casal di Principe.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico