Campania

Il Napoli batte il Siena e De Laurentiis striglia Lavezzi

LavezziNAPOLI. Il Napoli con un 2-0 rifilato al Siena nella magica cornice del San Paolo torna al successo dopo un solo punto raccolto nelle precedenti tre partite.

Dopo un primo tempo poco felice, imbrigliato dalla squadra di Giampaolo e salvato soltanto dai solismi di Lavezzi, il team di Edy Reja è uscito dal guscio nella ripresa quando il tecnico ha messo in campo il tridente formato dal “Pocho”, Zalayeta e Denis. Proprio quest’ultimo si è rivelato la carta vincente, fornendo l’assist al vantaggio siglato da Maggio e firmando personalmente il raddoppio. Ora i partenopei si stabilizzano al quarto posto in classifica, a 27 punti, tenendosi avanti alla Fiorentina di un punto e a corta distanza da Milan e Juventus, entrambe seconde a 30 punti, a sei lunghezze dalla capolista Inter. Il prossimo turno vedrà il Napoli giocare di nuovo in casa contro il Lecce.

Intanto, se in campo le cose vanno per il verso giusto, nello spogliatoio c’è qualche problema di ordine economico. In settimana vi è stato un incontro tra l’agente di Lavezzi, Alejandro Mazzoni, e il dg partenopeo Pierpaolo Marino. Il 23enne attaccante argentino, alla luce delle grandi prestazioni finora offerte, vuole un aumento dell’ingaggio: da un milione di euro all’anno vorrebbe passare a 2,5. Sulla questione, nel dopopartita di oggi, è intervenuto il presidente Aurelio De Laurentiis, che ha strigliato il suo giocatore: “In pochi anni ho fatto conoscenza di un mondo, quello del calcio, che non conoscevo. Ho i miei modi di pensare e vado avanti seguendo le mie idee e non quelle degli altri. Viviamo in un momento di grande recessione mondiale ed è estremamente importante dare un esempio a chi non arriva neanche alla metà del mese. Il calcio è uno sport popolare e se non facessimo certe scelte rischierebbe di diventare impopolare. Credo che in questo momento tutti debbano fare i conti coi propri bilanci. I giocatori dimostrino di essere all’altezza e se alla fine ci sarà da fare dei regali non mi tirerò indietro”.

Insomma, per De Laurentiis, in questo momento di crisi economica, per chi guadagna due miliardi netti a stagione è inopportuno chiedere altri soldi. “Sembra che abbiamo ereditato un modo di fare molto cafone, molto volgare, che non tiene presente della realtà dei fatti. Ci sono dei contratti ed i contratti si rispettano. Poi, i regali sono un’altra cosa. Ci possono sempre stare, se uno si comporta nel modo dovuto, veramente da napoletano. Perchè quando vengono a giocare nella squadra del Napoli, per me diventano napoletani. I napoletani sono un popolo a parte, quindi si comportassero di conseguenza. Poi io farò la mia parte”.

Classifica al 07.12.08 (* una partita in meno)

Squadra

Punti

Totali

In casa

Fuori casa

G

V

N

P

F

S

G

V

N

P

F

S

G

V

N

P

F

S

Inter 36 15 11 3 1 25 8 7 6 1 0 9 3 8 5 2 1 16 5
Juventus 30 15 9 3 3 23 10 7 5 1 1 14 4 8 4 2 2 9 6
Milan 30 15 9 3 3 21 13 8 7 0 1 14 4 7 2 3 2 7 9
Napoli 27 15 8 3 4 22 15 7 6 1 0 15 5 8 2 2 4 7 10
Fiorentina 26 15 8 2 5 22 14 7 5 2 0 12 4 8 3 0 5 10 10
Atalanta 23 15 7 2 6 19 15 8 6 1 1 14 4 7 1 1 5 5 11
Lazio 23 15 7 2 6 22 19 8 4 2 2 11 6 7 3 0 4 11 13
Genoa* 22 14 6 4 4 21 16 7 6 1 0 16 5 7 0 3 4 5 11
Catania 22 15 6 4 5 15 16 8 6 1 1 11 6 7 0 3 4 4 10
Udinese 21 15 6 3 6 21 18 8 4 2 2 12 7 7 2 1 4 9 11
Palermo 20 15 6 2 7 19 20 7 5 0 2 13 8 8 1 2 5 6 12
Cagliari 20 15 6 2 7 16 17 8 5 1 2 11 6 7 1 1 5 5 11
Roma 20 14 6 2 6 16 18 6 4 1 1 8 5 8 2 1 5 8 13
Siena 19 15 5 4 6 12 14 7 4 3 0 7 2 8 1 1 6 5 12
Sampdoria* 16 13 4 4 5 13 16 7 4 3 0 11 4 6 0 1 5 2 12
Lecce 13 15 2 7 6 14 21 8 2 4 2 10 10 7 0 3 4 4 11
Torino 12 15 3 3 9 15 24 8 3 1 4 11 14 7 0 2 5 4 10
Reggina 12 15 3 3 9 14 30 7 2 3 2 12 10 8 1 0 7 2 20
Bologna 11 15 2 5 8 14 25 7 1 2 4 6 10 8 1 3 4 8 15
Chievo 9 15 2 3 10 7 22 8 1 2 5 5 12 7 1 1 5 2 10

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico