Pozzuoli - Monte di Procida

Basket, Giugliano torna a vincere

basketGIUGLIANO (Napoli). La sconfitta di Torre del Greco, indubbiamente, ha lasciato il segno. Ma non come poteva auspicarsi Monte di Procida, seconda della classe ed intenzionata a fare lo sgambetto a domicilio al Mediocasa capolista.

Lanzano deve ancora rinunciare a Morra e fare i conti con le precarie condizioni di Cusitore, riproponendo perciò il quintetto con le 3 guardie (Bonanno Caiazzo e Zonda) con il duo Di Febbraio Barker ad occuparsi dei duelli ad alta quota.

Giocare contro la seconda in classifica, davanti al proprio pubblico, e con uno stop da vendicare per dimostrare che la fame di vittoria non è ancora estinta: i gialloblu sono scesi in campo concentratissimi, e nel primo quarto hanno messo alle corde un avversario che mostrava i primi sintomi del KO. Caiazzo con 3 bombe, Barker solito cecchino, difesa attentissima, ed il punteggio record di 29-6 a testimoniare il netto divario tra le due squadre in campo.

Ma, come detto prima, di fronte al Mediocasa c’era la seconda in classifica, e dopo il traumatico avvio che avrebbe tramortito chiunque, Monte di Procida cresce sia in attacco che in difesa, complice il calo giuglianese: le distanze si accorciano, Regio trova soddisfazioni dalla linea dei 3 punti (alla fine 24 punti per lui, con 6 bombe) e trascina i suoi verso la rimonta, che da mera utopia comincia ad assumere parvenze di realtà soprattutto nella terza frazione, dopo che al riposo si era andati sul +16 Mediocasa. Scotto di Perta (12) e Di Tota (15) trovano buoni canestri, Lanzano ruota meno del solito i suoi, che accusano la stanchezza e si ritrovano con l’avversario alle calcagna: la Diveal ci crede e arriva fino a 3 lunghezze di distacco, ma a quel punto viene fuori un Mediocasa strepitoso, che prima riporta il gap in doppia cifra, con il +11 alla terza sirena, e poi dilaga con i contropiedi di Bonanno (19), i rimbalzi e i canestri di Di Febbraio (13) e Barker (22), e con le triple di Caiazzo, che riprende a bombardare e sfiora il trentello, fermandosi a 28. L’ultima ovazione, però, è per capitan Zonda, che nei pochi secondi finali infila due canestri da distanza siderale, scatenando il delirio in campo e sugli spalti, con il divario che diventa di 31 punti e si fa mortificante per un avversario che è non ha regalato nulla: la migliore conclusione possibile, per la gara in cui il Mediocasa ha dimostrato, se ce ne fosse stato ancora bisogno, che se gioca come sa, non c’è avversario, infortunio o torto arbitrale che tenga. Le concorrenti alla promozione sono avvisate.

Mediocasa Giugliano:Bonanno 19, Giuliotti 0, Zonda 14, D’Alterio 2, Caiazzo 28, Cusitore 0, Annunziata 0, Carbone 0, Di Febbraio 13, Barker 22. Allenatore: Lanzano


Diveal Monte di Procida:Gallo, Fiore 3, Di Tota 15, Scotto di Perta 12, Di Roberto 6, Regio 24, Mazzella 0, Illiano 0, Lepre 5, Poderico 2. Allenatore: Maddaluno


Parziali: 29-6; 44-28; 62-51; 98-67.


Arbitri: Marano C. – Maggio A.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico