Aversa

Disagi in via Maiuri, residenti protestano

 AVERSA. Periferie abbandonate. Da nord a sud gli aversani che abitano lontano dal centro si sentono dimenticati, quasi abitanti di serie B, lasciati in balia di se stessi, senza servizi.

Proteste cicliche che, questa volta, interessano soprattutto la zona a confine con Gricignano d’Aversa. I residenti in via Maiuri sono senza la pubblica illuminazione da una decina di giorni e a causa delle piogge di questi giorni sono stati anche isolati dal centro cittadino, almeno i pedoni. Lamentele dalla periferia est della città normanna, in quella zona al di là del ponte ferroviario che Aversa quasi non sente sua a causa di quella linea di confine rappresentata dalle rotaie.

Ancora una volta gli abitanti di via Maiuri invocano una maggiore attenzione da parte dell’amministrazione. E, ancora una volta, il presidente del comitato spontaneo dei residenti, Angelo Tornese afferma: “Come capita ciclicamente, siamo senzapubblica illuminazioneda una settimana. Eppure questa strada è oggetto continuo di rapine, scippi e furti. Si fa un gran parlare di sicurezza, ma, poi, al dunque, non si riesce a garantire nemmeno la semplice illuminazione. Inutile dire che dal sindaco, in tempi non sospetti, erano giunte assicurazioni”.

Una situazione di disagio che è stata acuita dalle piogge di questi giorni che hanno causato allagamenti temporanei nei pressi del ponte ferroviario. “Mi sono visto costretto – ha concluso Tornese – a ‘traghettare’ con la mia auto una decina di ragazzi che non potevano attraversare una mega pozzanghera”. Senza illuminazione pubblica anche il lato aversano di via Madonna dell’Olio, dove l’asfalto (rifatto da un anno o poco meno) presenta vistosi crateri che mettono a repentaglio pneumatici ed ammortizzatori delle autovetture dei malcapitati automobilisti costretti a percorrerla al buio.

Interpellato sull’argomento “periferie abbandonate” Adolfo Giglio, consigliere comunale delegato proprio alle periferie dal sindaco azzurro Mimmo Ciaramella, ha assicurato il proprio interessamento per la risoluzione dei problemi segnalati, specificando: “E’ volontà di questa amministrazione avere un occhio di riguardo per le zone periferiche della città. Tant’è che è stata creata un’apposita delega. Gli aversani sono tutti uguali, sia quelli che abitano, in centro, che quelli che risiedono in periferia”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico