Aversa

Commercio, polemica tra Ciaramella e Scaringia

Scaringia-CiaramellaAVERSA. Di tenere a bada gli istinti proprio non ci riesce il primo cittadino Domenico Ciaramella, soprattutto se presiede una conferenza stampa.

All’inizio fu l’attacco ai giornalisti di qualche tempo fa (ma, ad onor di cronaca, più volte e pubblicamente Ciaramella ha fatto le sue scuse alla categoria), ieri è stato il “rimprovero” ai commercianti aversani. Appena giunto in aula consiliare, dove si teneva la presentazione del calendario degli eventi del Natale 2008, non è riuscito a evitare di dare “consigli” ai rappresentanti di categoria Pollini, Candia e Scaringia su come gestire al meglio il commercio ad Aversa. Il sindaco ha parlato in sostanza di una cattiva gestione degli “affari” del mercato ed ha suggerito l’istituzione di un tavolo di concertazione al quale invitare anche esperti del settore. Ha anche accennato all’approvazione del famoso piano Siad (“Davvero non capisco a cosa possa servire”) e all’istituzione del Centro Commerciale Naturale (“Bella iniziativa ma di difficile attuazione”).

Ora, mentre Confesercenti ed Ascom sembra abbiano ammiccato alla proposta, il rappresentante di Botteghe del Seggio, Vittorio Scaringia, proprio non ce l’ha fatta ad essere chiamato “inesperto” o meglio “incompetente”. Rosso in viso, ha cercato di dire la propria con il primo cittadino, ma invano. “Davvero siamo giunti al ridicolo, – ha dichiarato Scaringia – parlare con la stampa e dichiarare gli importi erogati da Comune e Camera di Commercio per il cartellone del Natale è diventato per me fonte di sgradevole imbarazzo. Durante la conferenza stampa non sono neanche stato invitato, come Ascom e Confcommercio al tavolo di presidenza, come se noi associazioni di ‘strada’ non fossimo niente. Questo il sindaco lo venga a dire ai nostri associati. Incompetenti a noi, che facciamo questo mestiere da anni, davvero non lo concedo al dottor Ciaramella. Ci vuole affiancare tecnici che poi con le consulenze depauperino i pochi soldi dei finanziamenti destinati al commercio? Noi delle Botteghe del Seggio non ci stiamo. Sono mesi che interloquiamo con il dottor Marzaioli, esperto affiancatoci dall’amministrazione, ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti”. Insomma, polemiche che si placano ed altre che si innescano. Povero Ciaramella…

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico