Aversa

Barriere architettoniche in banca: interviene il sindaco

Fortunato PiconeAVERSA. Nel mese di novembre ci siamo occupati del caso del signor Fortunato Picone, costretto su di una sedia a rotelle, che lotta da diversi mesi con la propria banca perché non riesce ad accedervi a causa delle barriere architettoniche.

Sulla questione, ora, intervengono il sindaco Domenico Ciaramella e l’assessore alle politiche sociali Vincenzo Lanzetta, che, in una lettera inviata alla filiale della Deutsche Bank situata in via Roma (dove Picone detiene il proprio conto), affermano: “Venire a conoscenza che in Città ancora esistono in tema di disabilità, resistenze ad aggiornarsi alle norme Costituzionali (art. 2,3 e 38) da parte di un importante istituto di Credito, desta incredula perplessità”. “A cosa valgono – si chiedono il sindaco e l’assessore – gli sforzi in atto per affermare i principi della legalità da parte dello Stato sul nostro territorio? Che senso ha la legge n.328/2000 e le sue articolazioni se la stessa viene ignorata? Non crediamo che vogliate assumere atteggiamenti discriminanti rispetto ai diversamente abili e alla libera scelta di un proprio interlocutore economico-finanziario”. Ciaramella e Lanzetta concludono dichiarando “la nostra più ampia disponibilità alla collaborazione di questo Ente per le proprie competenze”.

Leggi anche:

Non può accedere in banca: protesta di un disabile di Ida Iorio del 14/11/2008

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico