Aversa

Aversa Normanna, regali ai bimbi del “Moscati”

Giovanni SpezzaferriAVERSA. Emozione, regali, carezze. Un clima di gioia ha pervaso le colorate stanze del reparto di pediatria dell’ospedale “Moscati” di Aversa, dove l’Aversa Normanna, in occasione delle festività natalizie, ha voluto far visita.

Il presidente Giovanni Spezzaferri, accompagnato dalla moglie Giancarla, insieme al consulente dell’area tecnica Enzo De Vito, a mister Sergio ed ai giocatori della prima squadra, hanno donato momenti emozionanti agli ammalati, costretti a letto in questi giorni di festa.

“Mentre i calciatori offrivano i doni ai bambini – ha affermato Lidia Tesei, Responsabile Urp e Comunicazione dell’Asl Ce2 – io osservavo i loro volti, illuminati da occhi luccicanti di emozione. E’ stato bello registrare queste sensazioni in giovani professionisti che tutti i giorni sono alla ribalta delle cronache per i successi calcistici e che, invece, stasera stanno dimostrando un bel gesto di solidarietà. Li ringraziamo per l’importante occasione che ha dato stasera, a questo luogo di cura, una vera dimensione umana”.

L’iniziativa, realizzata in collaborazione con la Bcc – Banca di Credito Cooperativo di Aversa, ha vissuto un altro emozionante momento quando nel reparto di ortopedia una mamma ha invitato i calciatori ad incoraggiare il giovane figlio costretto a letto per un incidente stradale. Ad accogliere dirigenti e calciatori granata c’erano oltre alla Tesei, che ha portato i saluti del Direttore Generale dell’Asl Ce2, Antonietta Costantini, assente per altri impegni istituzionali, il Direttore Sanitario Giuseppe Tatavitto, la caposala del reparto pediatrico, Signora Matilde e tanti altri medici e infermieri del presidio.

“Siamo contenti di aver potuto condividere questo bel momento di gioia in una struttura medico sanitaria che opera e lavora nel e per il nostro territorio”, ha affermato il presidente Spezzaferri. “Questa iniziativa ci vede vicini alla nostra città perché convinti che occorre lavorare a partire dai propri territori. Intendiamo essere sempre più collaborativi e attenti al territorio che ci appartiene, consolidando un proficuo rapporto con le istituzioni territoriali, qualsiasi esse siano”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico