Trentola Ducenta

I consiglieri dell’Arcobaleno: “Pagano ha tradito gli elettori”

Raffaele Di LauroSaverio FabozziTRENTOLA DUCENTA. I consiglieri comunali del gruppo “Arcobaleno” Raffaele Di Lauro, Saverio Fabozzi, Nicola Grassia e Nicola Russo tornano ad attaccare il sindaco Pagano e le sue scelte in merito alla composizione della nuova giunta.

“Noi rispondiamo del nostro operato solo agli elettori che hanno creduto nel progetto politico proposto a maggio 2007, ed è solamente per loro che abbiamo assunto, rispetto alle scelte inerenti la composizione dell’attuale giunta, la posizione di appoggio esterno condizionato alla puntuale attuazione del programma elettorale. Non voteremo, pertanto, tutto ciò che non rientra in tale programma”. E all’invito rivolto loro dal sindaco di decidere se stare dentro o fuori la maggioranza, i quattro rispondono: “Noi siamo la maggioranza, in quanto ormai unici eredi della proposta di cambiamento a cui i cittadini di Trentola Ducenta hanno dato fiducia nell’ultima tornata elettorale. Il sindaco non si preoccupi più di tanto: la nostra posizione scaturisce solamente dalla fedeltà agli impegni presi con gli elettori, come abbiamo sempre fatto, e non abbiamo nulla a pretendere se non il rispetto del programma elettorale”.

Nicola RussoNicola GrassiaPer gli esponenti dell’Arcobaleno “oramai è chiaro che il sindaco ha tradito gli elettori trasformando l’originale progetto di governo della città in un monocolore Udc monopolizzato da una triade, anche se finge di restare con un piede nel Partito Democratico. Tutta la popolazione lo ha bollato a ragione ‘ballerino’ e siamo certi che in un prossimo futuro (non tanto lontano) ricomincerà a vagare nella galassia politica in cerca di un centro di gravità che per lui non potrà mai essere permanente”.

La nomina della nuova giunta viene ritenuta dai consiglieri “una sceneggiata dietro la quale si celano mestamente i miseri progetti politici messi in atto dall’attore di piazza Marconi”. In particolare, la nomina di assessore esterno di Giuseppe Coppola, candidato nella lista “Libera”, contrapposta all’Arcobaleno nelle ultime elezioni, è per loro “prettamente di natura politica e fa diretto riferimento a specifici accordi intrapresi, in segreto, con Picone e Cassandra, anche a dispetto di alcuni consiglieri del gruppo Udc (vedi esternazioni di D’Alessio. Mentre la nomina di De Roma e Savino, invece, rientra per loro in “tattiche di breve durata e che servono da paravento. Sono solo un goffo tentativo di occultamento del percorso in atto”. “Percorso politico – concludono – che riteniamo altamente deleterio per il futuro della nostra cittadina e che cercheremo di contrastare con tutte le nostre forze”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico