Santa Maria C. V. - San Tammaro

Sabato 29 novembre dibattito sul federalismo

teatro GaribaldiSANTA MARIA CAPUA VETERE. Si terrà sabato, 29 novembre alle ore 17, presso il teatro Garibaldi, il dibattito pubblico dal titolo ‘Mezzogiorno e federalismo, una riforma imposta’.

Un tema attuale e problematico quello del Federalismo per il nostro mezzogiorno; con il suo avvio, per noi meridionali, ma anche per tutti i sud del mondo, inizia un ciclo di dibattiti che percorre l’intero territorio. Partecipazione, ascolto e condivisione, questo dibattito diventa luogo di incontro politico e culturale: “La politica deve ritornare alla funzione di individuare e programmare proposte innovative, con competenza, sobrietà e coraggio. E’ necessario affrontare temi e fare scelte, anche scomode, nell’interesse delle generazioni di persone che vogliono legittimamente costruire il proprio futuro”. Il rapporto tra Stato Centrale ed autonomie è sicuramente in crisi, ma, per quanto riguarda i presunti e possibili sprechi delle amministrazioni comunali e locali, questi non possano attribuirsi solo ai comuni o agli amministratori del Sud. E’ da anni ormai che il contenimento della spesa, il patto di stabilità e la riduzione del trasferimento di risorse hanno impoverito i Comuni. Ad ogni modo è evidente che una classe dirigente che debba applicare tale federalismo debba possedere gli strumenti, soprattutto economici, per poter operare. In sostanza, se per certi versi è vero che il sud ha un deficit di classe dirigente, è altrettanto vero che qualsiasi classe dirigente agisce utilizzando delle risorse che e in questo momento sono del tutto limitate. In questa occasione, dunque, si aprirà un primo momento di confronto e dibattito per discutere di Mezzogiorno e Federalismo. Vi saranno poi nuovi incontri, nel corso dei quali si parlerà di Scuola e Costituzione, Occupazione e Sviluppo, Valorizzazione del territorio, Integrazione sociale e culturale. Obiettivo primario l’approfondimento ma non solo, anche la proposta di soluzioni concrete e reali, attraverso un proficuo dialogo ed un costruttivo confronto tra scuola, territorio e politica.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico