San Felice a Cancello - Santa Maria a Vico - Arienzo - Cervino

Gianni Solino presenta il suo libro a Santa Maria a Vico

“Ragazzi della terra di nessuno”SANTA MARIA A VICO. L’associazione Melagrana, in collaborazione con “Amici della Melagrana” Circolo Arci, cooperativa sociale “Koinè”, il periodico d’informazione “Impronte sociali” e la Comunità educativa per Minori di tipo familiare “Tetto Rosso”, …

… ha in programma per sabato 22 novembre 2008, ore 18, a Santa Maria a Vico, nella sala conferenze della sede dell’associazione, sita in via Migliori 165, la presentazione del libro “Ragazzi della terra di nessuno” Edizioni La Meridiana. Saranno presenti l’autore Gianni Solino, Corrado Gabriele, Assessore Istruzione, Formazione e Lavoro Regione Campania, e Valerio Taglione, referente provinciale di Libera. L’evento rientra nel ciclo “incontri con l’autore”. Perché piangevo, perché provavo tanto dolore, tanta pietà? D’improvviso capii. In quella bara c’ero io, la mia anima, i miei ideali, le mie speranze. Era la mia morte quella che piangevo. Ero stato ucciso ma non volevo morire. A parlare si può correre qualche rischio. A volte, però, a stare zitti si rischia molto di più. La camorra è un mondo, con le sue leggi, i suoi codici, identità e linguaggi, con regole di governo interno e sistemi di relazione esterna. Un “Sistema”, appunto. Che viene percepito come escrescenza e corpo estraneo dagli altri cittadini quando uccide e fa strage, ma col quale si finisce per convivere nella quotidianità. Le storie e l’impegno di Gianni Solino ci mostrano una strada vera ed efficace, quella di cittadini in cammino che sanno tenere la testa alta e lo sguardo fermo, che sanno porre domande scomode, ma anche interrogarsi.

Gianni Solino, nato a Villa di Briano (Caserta) 46 anni fa, sposato e padre di tre figli, lavora alla Provincia di Caserta. Fin da ragazzo si è interessato dei movimenti pacifisti e anticamorra, e continua ad impegnarsi nell’associazionismo, in modo particolare con “Libera”, “Comitato don Peppe Diana” e “Scuola di Pace don Peppe Diana”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico