Mondragone - Carinola - Falciano del Massico

La storia di “Romeo e Giulietta” a Mondragone

Romeo e Giulietta MONDRAGONE. Dal 26 al 28 novembre, la città di Mondragone ospita uno dei progetti più interessanti del panorama teatrale italiano.

Le prove, lo studio, la presentazione ed il laboratoriodi generazione artistica del Romeo e Giulietta di Pino Carbone si terranno nella cittadina litoranea presso i locali del Museo Civico Biagio Greco, e del Cam. I cittadini e gli studenti avranno l’opportunità di interagire con gli artisti e di condividere un passaggio interpretativo dell’opera con il regista.

Il Progetto Teatro di Zona, del Nuovo Teatro Nuovo di Napoli in collaborazione con Etèrnit Teatro e l’Assessorato alla Cultura del comune di Mondragone, e coordinato da Luigi Morra, nasce dall’esigenza di creare una relazione, che si concretizzi in termini teatrali, tra le tematiche della drammaturgia classica e le tematiche legate a particolari territori.

Gli interpreti reali ed istituzionali di questa suggestiva iniziativa danno così vita a un momento di forte contributo alla realizzazione dello spettacolo Romeo e Giulietta di Pino Carbone, che debutterà a Napoli il 19 dicembre 2008.

Il programma sarà articolato in tre date, Mercoledì 26 novembre ore 17, 00 – Museo Civico Biagio Greco – vi sarà la presentazione del progetto ed il seminario, Giovedì 27 novembre ore 11, 30 – Auditorium Liceo Scientifico – Prove aperte e dibattito, Venerdì 28 novembre ore 21, 00 – Cam- serata di chiusura con il concerto del trio mondragoneseCamera.

Gli artisti si relazioneranno al territorio durante la fase più delicata del lavoro, le prove, ossia il tempo della mobilità creativa e della sperimentazione del linguaggio artistico e delle sue forme malleabili.

Mondragone ospiterà per tre giorni la compagnia, mettendo in moto un effettivo processo di scambio culturale reciproco.

Il contesto semantico nel quale il giovane regista Pino Carbone ambienta la sua opera è dettato innanzitutto dall’esigenza di realizzare un lavoro fortemente legato all’immaginario, alle ispirazioni e alle aspirazioni. Romeo è Giulietta è infatti uno spettacolo sull’amore, quel amore fisico e carnale che si manifesta fortemente negli spaccati di vita quotidiana, un amore fatto di gesti, suoni, parole, sensazioni che questa terra racconta nel rapportarsi ai suoi spazi, alla sua natura, ai suoi disagi. Il fattore che ha spinto Carbone ad individuare Mondragone come location ideale è sicuramente l’emergenza di tradurre un fermento artistico vivo in un periodo di cambiamento, che è fortemente legato alla voglia di abbandonare una condizione di disagio che a partire dall’arte, ha caratterizzato tutte le realtà litoranee. Non è un caso che alla realizzazione di questo spettacolo collaborino Luigi Morra del gruppo teatrale Etèrnit Teatro di Mondragone, e che le musiche sino affidate a Davide Viola, musicista dei Camera (band emergente Mondragonese).

Romeo e Giulietta andrà in scena in anteprima nazionale dal 19 al 29 dicembre 2008 al Nuovo Teatro Nuovo di Napoli. I cittadini di Mondragone avranno diritto a un biglietto ridotto. Agli studenti degli istituti superiori di Mondragone verranno emessi un numero di ingressi gratuiti, patrocinati dall’assessorato, a conclusione del percorso di promozione e collaborazione intrapreso.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico