Home

L’Inter torna alla vittoria

MourinhoDopo due pareggi consecutivi per 0-0 che hanno causato non poche polemiche in casa Inter, la squadra nerazzurra ritorna alla vittoria battendo 3-2 la Reggina nell’anticipo della 10a giornata di campionato.

Mourinho cambia lo schema passando dal 4-3-3 classico ad un inconsueto 4-4-2 interpretabile anche come un 4-2-2-2. Infatti, dietro alle due punte Ibrahimovic e Balotelli sono schierati Mancini e Quaresma che per tutta la partita si muoveranno da attaccanti, gli unici veri centrocampisti saranno viera e Javier Zanetti, a difendere Julio Cesar la linea difensiva formata da Maicon sulla destra, Maxwell sulla sinistra con Chivu e Cordoba centrali. Lele Orlandi, a rischio esonero, schiera un 3-5-2 con Campagnolo tra i pali difeso da Cirillo, Costa e Lanzaro che alterneranno le loro posizioni durante la partita,a centrocampo Valdez, Barreto, Vigiani, Carmona e il capitano Ciccio Cozza, mentre in attacco la coppia formata da Brienza e Corradi. Inizio spumeggiante della squadra nerazzurra che al 5’ minuto coglie il palo con Quaresma abile a sfruttare un rinvio maldestro di Lanzaro, ma è il preludio al goal che arriva al 9 con Maicon, al suo 3 goal stagionale dopo quelli a Wander Brema e Torino, su assist perfetto di Ibrahimovic smarcato da Quaresma. L’Inter è in totale controllo della partita e al 24’ raddoppia con Viera che sfrutta alla meglio un ottimo passaggio di Quaresma e con un preciso rasoterra batte l’estremo difensore reggino. Dopo il secondo goal la squadra nerazzurra si addormenta un po’ e così Ciccio Cozza al 33’ trafigge Julio Cesar con un tiro deviato da Maicon che si spegne all’incrocio, l’attaccante mette fine all’imbattibilità del portiere carioca che durava da oltre 400 minuti. Sulle ali dell’entusiasmo la reggina tiene testa all’Inter fino all’intervallo.

Il secondo tempo vede subito una conclusione in sforbiciata di Balotelli che però finisce alta. Al 52’ Brienza prende per la prima volta la mira senza preoccupare più di tanto Julio Cesar che però 1’ minuto dopo subisce il secondo goal reggino proprio ad opera di Brienza che con un preciso rasoterra mette la palla all’angolino basso dove il portiere nerazzurro non può arrivare. Così la squadra di Mourinho è costretta ad attaccare ma i tiri di Balotelli e Crespo sono deboli e finiscono facilmente tra le braccia di Campagnolo. Al 69’ Balotelli effettua un preciso cross sul quale Campagnolo esce male ma Ibra alle sue spalle non è in una delle sue serate migliori e lo testimonia spedendo la palla a lato di testa. Due tiri pericolosissimi di Quaresma e Crespo, da poco entrato al posto di Mancini, sfiorano di poco il goal. All’87 è l’Inter a rischiare con Carmona abile a saltare Cordoba ma non a superare Julio cesar che compie una grande parata. Sembra che la partita debba terminare così ma al 91 Cordoba,al suo primo goal stagionale,sfrutta l’angolo di Balotelli e mette alle spalle di Campagnolo con un tiro preciso. Con questo goal l’Inter conquista tre punti fondamentali aspettando le partite della domenica.

A fine patite grande sarà lo sconforto dei calabresi che cullavano il sogno di pareggiare in casa contro la favorita del campionato mentre Mourinho si pronuncerà soddisfatto definendo la prova dei suoi “grande” anche se fosse terminata 2-2.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico