Esteri

Usa, 19enne si suicidia in diretta sul web

ragazzo si suicida sul webHa deciso di togliersi la vita e lo ha fatto davanti a circa 1.500 persone.

Abraham K. Biggs, 19enne residente a Broward County in Florida, ha acceso la webcam del suo computer e si è imbottito di farmaci, invitando i suoi amici della chat a guardarlo. In molti hanno pensato che Abraham stesse scherzando e non hanno dato peso al suo gesto. Ma, dopo un po’ di tempo, accortisi che il ragazzo era immobile sul letto hanno avvertito la polizia locale che è entrata nell’abitazione sfondando la porta d’ingresso. Purtroppo per Abrham non c’era più nulla da fare e gli agenti non hanno potuto far altro che accertare la sua morte e spegnere la webcam. Sembra che il gesto del 19enne americano fosse già stato annunciato da lui stesso, qualche giorno fa, quando, sotto lo pseudonimo di “Feel like ecstasy” cioè “Mi sento come l’ecstasy”, aveva lasciato un messaggio su Justin.tv spiegano le modalità del suo suicidio e le motivazioni: “Sono uno stronzo ho deluso e mi sento che non posso migliorare. Amo una ragazza e so che non sono alla sua altezza”. Molti internauti avevano risposto al post deridendo o offendendo Abraham poiché pensavano si trattasse di uno scherzo di pessimo gusto. Dopo il gesto di oggi, però, l’amministratore delegato di Justin.tv Michael Seibel, annunciando la rimozione del video e dei messaggi offensivi dal sito.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico