Cesa

Raid al cimitero: rubati attrezzi da lavoro ed effigi sacre

L'ingresso del cimiteroCESA. Dopo la scuola media ‘F.Bagno’ ad essere preso di mira, questa volta, è il cimitero comunale.

Nella notte tra giovedì e venerdì,alcuni malviventi si sono introdotti nel camposanto attraverso il cancello d’ingresso al cantiere in via Madonna dell’Olio, sottraendo alla ditta esecutrice dei lavori di ampliamento alcuni attrezzi che giacevano nel cantiere: una sagomatrice, una sega circolare e alcuni cavi da 50-60 metri ciascuno.

l'altare dove è stata rimossa l'effige della colombaDa lì i ladri hanno attraversato l’intero cimitero fino a raggiungere l’ingresso principale dove, forzando le due porte secondarie, hanno avuto libero accesso alla piccola chiesa della Madonna dell’Olio. La banda si è impossessata di due statue raffiguranti degli angioletti che si trovavano ai lati dell’altare nonché di una effige sacra rappresentante una colomba posta al di sopra del tabernacolo contenente le ostie consacrate.

Sottratti anche numerosi documenti all’interno della stanza del custode che i ladri hanno sparpagliato lungo i viali del luogo sacro. Inoltre, alcune cartelline, contenti documenti per le esumazioni, sono state avvolte con dello scotch, fino a formare un pacco, dopodiché gettate via nell’area del cantiere.

la porta della chiesa diveltaL’allarme è stato lanciato dagli operai che stamani si sono accorti del furto subito. Sul luogo sono accorsi il sindaco Vincenzo De Angelis, l’assessore ai servizi cimiteriali Nicola Autiero e il parroco Don Peppino Schiavone che hanno sporto denuncia contro ignoti ai Carabinieri, intervenuti per gli accertamenti di rito.

“Siamo sgomenti di fronte a tali episodi. – ha affermato il sindaco De Angelis – Ribadisco, però, che l’Amministrazione comunale non si farà intimorire da niente e nessuno. A maggior ragione se ad agire sono persone che non rispettano né la sacralità di un luogo come il cimitero, né un’istituzione fondamentale come la scuola. Colgo l’occasione – conclude il primo cittadino cesano – di chiedere una maggiore presenza delle forze dell’ordine sul territorio. Presenza che non deve essere saltuaria ma costante, al fine di ridurre questi atti divenuti troppo frequenti nell’ultimo periodo”.

la navata sinistra dove è stata rimossa la statua di un angelola navata destra dove è stata rimossa la statua di un angelol'ufficio del custode

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico