Caserta

Mondiali karate, bronzo per il casertano Maurino

Lucio MaurinoCASERTA. Ancora un podio per il casertano Lucio Maurino al 19° Campionato del Mondo di karate, in corsoal Nippon Budokan di Tokyo, cui partecipa, con la nazionale azzurra,nella specialità kata, di cui l’atleta di Portico è uno dei più prestigiosi esponenti a livello italiano ed europeo.

Due volte oro a squadre neitornei iridati a Tampere nel 2006 e a Monterrey nel 2004 e nei campionati europei2008 a Tallin e2007 a Bratislava, Lucio Maurino, che gareggia per il Gruppo Sportivo Fiamme Gialle della Guardia di Finanza e per la Società Athlon di Portico, ha conquistato, nella giornata di apertura, il bronzo insieme ai compagni di squadra Vincenzo Figuccio e Luca Valdesi, tutti e tre reduci dal trionfo nell’Open di Germania ad Amburgo. Gli azzurri sono stati sconfitti in semifinale dal team di casa, il Giappone, sospinto da un tifo incessante.Maurino sarà impegnato anche nella prova individuale.

Lucio MaurinoPrima di partire per Tokyo Lucio Maurino e la nazionale azzurra di karate hanno partecipato ad una puntata della trasmissione di Rai1 “Carramba, che fortuna” presentata da Raffaella Carrà nel corso della qualehanno effettuato una serie di spettacolari esibizioni. E anche altri due atleti casertani, i judokas Francesco Faraldo di Aversa, che gareggia per il Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre degli Agenti di Custodia, ed Elio Verde pure di Aversa che gareggia per il Gruppo Sportive Fiamme Oro della Polizia di Stato, si sono laureati di recente campioni italiani assoluti, il primo nella categoria 66 kg., il secondo nella categoria dei 60 kg., in occasione dei tricolori svoltisi a Genova. Sia Faraldo che Verde nel 2007 avevano conquistato l’oro, nelle rispettive categorie, al torneo internazionale di Rotterdam in Olanda.

“Si tratta di risultati di grande significato – commenta il presidente del Comitato Provinciale Coni Michele De Simonein quanto, specie per i due judokas, sono importanti passi avanti in vista di una possibile convocazione per i prossimi Giochi Olimpici di Londra 2012, mentre per Maurino, purtroppo,il traguardo delle Olimpiadi sinora è rimasto precluso in quanto la sua specialità, il kata,non fa parte al momento del programma tecnico della rassegna”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico