Caserta

Comparto agricolo, Camera approva odg di Graziano (Pd)

Stefano Graziano CASERTA. Misure urgenti per il comparto agricolo e zootecnico, la Camera ha approvato, nell’assemblea odierna, l’ordine del giorno di cui è primo firmatario il deputato casertano Stefano Graziano (Pd).

“Con questo ordine del giorno – ha dichiarato Graziano – abbiamo chiesto ed ottenuto di ampliare al settore creditizio e a quello dei pagamenti di contributi e mutui, le necessità immediate del comparto. Ciò a distanza di sole 48 ore dall’audizione di Confagricoltura, Cia e Coldiretti in sede di Commissione Agricoltura e della decisione dell’intervento a Caserta dell’organismo parlamentare per fornire una risposta concreta ed organizzata alle esigenze della filiera”.

Questo il testo dell’ordine del giorno:

La Camera, premesso che:

il disegno di legge finanziaria in esame non prevede alcun intervento per la zootecnia; il comparto dell’allevamento di bufala in Campania attraversa un periodo di grave crisi avendo subito forti contrazioni del prezzo del latte di bufala alla stalla, disdette da parte dei trasformatori, in parte motivate dalla contrazione delle vendite di mozzarella di bufala dall’autunno 2007;

alle difficoltà avutesi in occasione della crisi dei rifiuti, che con un effetto mediatico mondiale ha dato il via al calo delle vendite, è seguito l’accertamento di alcuni allevamenti con tassi di diossine non conformi alla normativa vigente. Su richiesta dell’Unione Europea si è proceduto, per la prima volta in assoluto, al blocco di tutte le consegne e al campionamento di tutti gli allevamenti, riscontrando che il problema interessava poche aziende;il danno ricevuto dal comparto è stato rilevante e le aziende hanno subito notevoli perdite economiche che ancora gravano sui bilanci aziendali;

in Provincia di Caserta, dove è presente il 60 per cento degli allevamenti, era inoltre in corso il risanamento per la brucellosi che ha prodotto l’abbattimento dei capi bufalini risultati positivi, con conseguente impoverimento della base produttiva;le difficoltà delle aziende zootecniche richiedono un intervento immediato di sospensione delle rate di mutui agrari e dei contributi previdenziali oltre i ristori che sono già previsti in caso di abbattimento dei capi positivi e della perdita del prodotto;

con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 3 agosto 2007 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 184 del 9 agosto 2007) e successiva proroga del 4 luglio 2008 (Gazzetta Ufficiale n. 165 del 16 luglio 2008) è stato dichiarato lo stato di emergenza nel territori della Provincia di Caserta e zone limitrofe, per fronteggiare il rischio sanitario connesso alla elevata diffusione della brucellosi negli allevamenti bufalini;

l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei ministri del 21 dicembre 2007 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 5 del 7 gennaio 2008) ha istituito il Commissariato straordinario di governo che, tra gli altri poteri, ha quello, previsto all’articolo 1, comma 5, lettera b), di promuovere l’adozione da parte delle competenti autorità, ed ove ne ricorrano i presupposti, dei provvedimenti di sospensione, riduzione e/o rinvio dei contributi previdenziali e delle rate dei mutui agrari o crediti connessi comunque allo svolgimento dell’attività’ agricola;

appare quindi opportuno che il Governo adotti le necessarie iniziative per i problemi sopra esposti per alleviare le difficoltà delle aziende zootecniche campane, impegna il Governo a valutare l’opportunità di adottare misure urgenti per dare seguito a quanto esposto in particolare nell’ultimo capoverso delle premesse.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico