Campania

Quinta edizione del premio letterario “Olmo” a Raviscanina

RAVISCANINA. Premio letterario Olmo a Raviscanina, un successo annunciato. La sala gremita e un’organizzazione impeccabile hanno fatto di questa quinta edizione un punto di riferimento della cultura casertana.

In sala vi erano tra le autorità presenti, l’europarlamentare Riccardo Ventre, il presidente del Parco regionale del Matese Giuseppe Scialla, il consigliere provinciale del collegio Vincenzo Di Franco, il sindaco di Agnone Gelsomino De Vita, il presidente della Figc Molise Piero Di Cristinzi, con il rappresentante dell’Olimpia agnonese, locale squadra di calcio, Giuseppe De Martino,il Comandante della Guardia di Finanza, Luogotenente Liliano Liberato, e l’Arma dei carabinieri. Tanti i premiati: il premio Olmo 2008 per il giornalismo è andato a Lorenzo Applauso de il Mattino mentre, per il cinema a Gianguido Baldi, la musica al primo clarinetto del Teatro San Carlo di Napoli Sisto, Lino D’Onofrio, per lo sport a Geppino Corbo della Pugilistica Matesina; per il sociale premio speciale: “sport senza barriere” (la costruzione di uno stadio senza protezione tra pubblico e giocatori in campo) alla città di Agnone, al pugile, l’olimpionico Parrinello alla preside Bellofiore per la scuola, infine ma non ultima per la letteratura a Giorgia Tribuiani. Straordinaria la cornice di pubblico presente all’evento presentato da Lelio De Sisto, aiutato dalla sua splendida Annagloria. Sul palco dell’auditorium “Gaudium et spes” anche straordinarie bellezze come Graziana Cunti, Giusy Landolfi, e Laura Rosmini. L’ospite, applauditissimo della serata, il giovane chitarrista Fabio Capone che ha letteralmente mandato in visibilio il pubblico presente con tre pezzi straordinari cosi come è stata straordinario il monologo “estratto da Filumena Maturano recitato da una sempre più brava Giovanna Del Vecchio. Per l’angolo “Nasce un libro”, infine, Mauro Nemesio Rossi ha presentato il suo libro sulla storia dell’Arciprete Mugione trucidato ad Alvignano in epoca della seconda guerra mondiale dai tedeschi.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico