Campania

Gli studenti anticamorra ricevuti a Roma da Berlusconi

Silvio BerlusconiNAPOLI. I dati campani dell’VIII edizione del Questionario Anticamorra sono stati presentati stamane al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.

“Abbiamo voluto far sentire al Premier la voce e le idee dei giovani campani sui temi della legalità e del contrasto alla camorra”, afferma Gaia Trunfio, vicepresidente dell’Associazione Anticamorra, che ringrazia il ministro della Gioventù Giorgia Meloni “per aver tenuto fede all’impegno di portare i dati del questionario all’attenzione delle più alte cariche dello stato assunto davanti a centinaia di giovani che hanno partecipato alla nostra iniziativa lo scorso 18 novembre”. La delegazione composta da Andrea Pellegrino e Trunfio, presidente e viicepresidente dell’Associazione Studenti Napoletani Contro la Camorra, Enrico Maria Borrelli, presidente nazionale Amesci, Giuseppina Ascione, rappresentante nazionale dei volontari in Servizio Civile, Armando Giordano e Chiara Marrazzo, coordinatori dell’indagine, Simone Scarpati, responsabile scuole superiori dell’associazione Anticamorra, e Cinzia De Nuccio responsabile del monitoraggio Amesci, è stata accolta questa mattina a Palazzo Chigi per discutere dei dati emersi dal questionario che solo in Campania ha coinvolto oltre sei mila giovani.

“Occorre valorizzare e favorire l’impegno che i giovani profondono sui loro territori”, ha commentato Enrico Maria Borrelli, per il quale “solo promuovendo e sostenendo iniziative di formazione e di partecipazione si può contribuire a creare quella cultura di cittadinanza e legalità che passa, prima di tutto, per la maturazione di un senso civico e dell’impegno individuale a favore della propria comunità”.

In occasione dell’incontro è stato presentato in anteprima al presidente Berlusconi il raffronto tra i dati emersi da due istituti superiori, uno napoletano ed uno milanese, dal quale emerge una profonda differenza in merito alle aspettative sul proprio futuro e sul modo di giudicare l’operato delle istituzioni e delle forze dell’ordine. Il premier ha congedato la delegazione ringraziando le associazioni per l’impegno profuso nell’ importante iniziativa con l’impegno di discutere della questione e delle possibili soluzioni proposte nel suo viaggio a Napoli nelle prossime settimane.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico