Napoli Prov.

Frattamaggiore, l’Istituto Studi Atellani festeggia 30 anni

XXX° anniversario Istituto di Studi Atellani FRATTAMAGGIORE (Napoli). Ricorre il 29 novembre il XXX° anniversario della fondazione dell’Istituto di Studi Atellani per opera del preside Sosio Capasso, scomparso quattro anni fa.

Per l’occasione il consiglio di amministrazione, presieduto dal dottor Francesco Montanaro (nella foto) ha previsto una serie di manifestazioni culturali. Giovedì 13 nel centro sociale anziani si è tenuta la presentazione dell’ultimo numero della Rassegna Storica dei Comuni a cura del suo direttore l’avvovato professor Marco Dulvi Corcione.

Sabato 22 novembre, presso la Chiesa di Santa Maria delle Grazie di Frattamaggiore, si è tenuta davanti ad un foltissimo pubblico la presentazione del libro di Franco Pezzella, Frattamaggiore l’immagine nel tempo, edita sempre dall’Istituto.Il libro presenta fotografie antiche ed inedite, oltre che cartoline postali di Frattamaggiore dall’inizio del ‘900 al 1970, raccolte con cura da Pezzella in una pubblicazione elegante e pregiata. Nel libro stesso spicca una breve storia di Frattamaggiore dal 1850 al 1970 a cura del presidente dottor Montanaro. Si tratta di un libro che deve essere nelle case di tutti i frattesi.

Franco MontanaroHanno partecipato alla manifestazione di presentazione: l’arciprete parroco don Sossio Rossi, l’onorevole Nicola Marrazzo, consigliere regionale, il sindaco di Frattamaggiore Francesco Russo, assieme al Presidente del Consiglio comunale Orazio Capasso. A fare gli onori di casa il presidente Montanaro e la vicepresidente professoressa Teresa Del Prete. In particolare, l’onorevole Marrazzo si è impegnato a far rientrare l’Istituto tra i sodalizi la cui attività la Regione Campania deve sostenere con un impegno concreto finanziario.

Nel corso della manifestazione sono stati inoltre proclamati Soci Onorari per i loro meriti culturali e sociali il tipografo decano frattese e stampatore dell’istituto cavalier Mattia Cirillo, l’avvocato Dulvi Corcione di Afragola, direttore della Rassegna Storica dei Comuni nonché giurista e storico insigne, la frattese professoressa Angela Della Volpe dell’università di Los Angeles, linguista di fama internazionale, il frattese dottor Vincenzo Ferro per aver donato antichi documenti storici, il filosofo e scrittore frattese di fama internazionale Sossio Giametta, il frattese professor Ferdinando Gioia per la sua attività di storico e archeologo, il frattese professor Raffaele Migliaccio per essere il più longevo collaboratore della Rassegna Storica dei Comuni, l’avvocato Gennaro Verde di Sant’Antimo per aver donato una biblioteca storico-giuridica di assoluto valore.

Il dottor Montanaro ha anche fatto presente che la sede attuale nel Comando Vigili Urbani è piccola per il lavoro che quotidianamente si sostiene, per contenere tutti i documenti e i libri meravigliosi in dotazione. Per questo motivo egli ha ufficialmente richiesto all’amministrazione Comunale di Frattamaggiore la Villa Russo (ex caserma dei Carabinieri), per l’Istituto sede ideale per pienamente valorizzare il suo immenso patrimonio culturale ed esporre finalmente la Biblioteca di storia locale e giuridica con i vari fondi di libri e documenti.

Si è poi presentata nel corso della Notte Bianca sul sagrato di San Sossio la mostra fotografica su Frattamaggiore-l’immagine del tempo, che ha riscosso notevole successo. I festeggiamenti continueranno sabato e domenica prossima allorquando al corso Durante sarà impiantato un gazebo: in quei giorni i soci dell’Istituto faranno un volantinaggio per spiegare compitamente al pubblico l’importanza dell’Istituto e le nuove esigenze che esso ha. Inoltre sarà distribuita una cartolina ricordo per ricordare il XXX° della fondazione e sarà ripresentata la mostra documentaria fotografica su Frattamaggiore.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico