Campania

Al Girulàrt il musicista argentino Javier Girotto

girulartNAPOLI. “Sea Inside, suoni d’atmosfera” è il titolo del concerto jazz del musicista argentino Javier Girotto che venerdì, 21 novembre, alle ore 21 si esibirà negli spazi suggestivi del Girulàrt, uno dei locali più “in” del capoluogo partenopeo.

Javier Girotto, polistrumentista, suono personale, stile inconfondibile, nasce a Cordoba il 17 aprile del 1965, si presenta nell’occasione come sassofonista in duo con l’estroso pianista e compositore Francesco Nastro. Un connubio questo che ha portato alla registrazione di un disco in quartetto, per l’appunto “Sea Inside”. Accanto a Girotto e Nastro figurano nel disco, infatti, il bassista statunitenseAvishai Cohen e il batterista Roberto Gatto. Per le possibilità timbriche e armoniche dei due strumenti, tale combinazione produce risultati di indubbio interesse musicale, con un repertorio articolato su composizioni originali capaci di esaltare la creatività melodica di Girotto e la forza ritmica di Nastro. Il sassofonista Girotto e il batterista Gatto sono due dei protagonisti assoluti della musica jazz in Italia. Francesco Nastro è uno dei più apprezzati talenti del jazz campano e pianista di calibro. La direzione artistica del concerto è di Bruno e Settimo. Itinera ha reclutato una formazione davvero straordinaria, inedita e multietnica, per un progetto ricco di fascino e vitalità da cui è nato il disco “Sea Inside”, che presenta dieci brani originali, in gran parte di Nastro. Composizioni di largo respiro, caratterizzate da un continuo alternarsi di atmosfere, stili e narrazioni. Musiche che non temono di costruire architetture e melodie complesse, ma che mantengono sempre una grande comunicatività, sorrette da ispirato equilibrio e colorate di profondo lirismo con echi di musica classica, latina e pop.Il Mediterraneo che unisce aree geografiche apparentemente distanti. Il mare, gonfio di spuma o piatto come una tavola, che accoglie e si alimenta di melodie, respiri e visioni. Il bacino del Mediterraneo come territorio comune, il jazz come strumento di dialogo tra culture differenti. Il Sud come luogo d’incontro, la musica come viaggio perenne. Sono questi gli elementi elaborati in “Sea Inside”, ottavo progetto discografico di Itinera, la label indipendente di Pomigliano Jazz, diretta da Onofrio Piccolo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico