Aversa

Rifiuti, verso la privatizzazione del servizio

raccolta rifiutiAVERSA. Maggioranza e opposizione muro contro muro in occasione della seduta del consiglio comunale di domani che, accanto a importanti decisioni in materia contabile, sarà chiamato anche a decidere le modalità di gestione della raccolta differenziata.

Da un lato si avrà la maggioranza che ha già deciso per l’affidamento del servizio ad un privato attraverso la gara ad evidenza pubblica. Sia l’assessore Luciano Luciano che lo stesso sindaco azzurro Mimmo Ciaramella hanno più volte ribadito le ragioni di questa scelta: “Siamo per una gestione totalmente affidata ad un soggetto esterno all’amministrazione, soprattutto dopo la fallimentare esperienza dei consorzi. Ovviamente, si dovrà predisporre un capitolato serio ed altrettanti seri controlli. Riteniamo che questa scelta assicuri maggiore efficienza e, alla lunga, si riveli anche più economico per le casse comunali”. Di tutt’altro avviso le opposizioni di Sinistra che con Rosato (Pdci e Prc) e Cecere (Partito Socialista) hanno sottolineato come “le esperienze delle gestioni fallimentari dei privati come Fibe ed Impregilo, nella nostra regione, con il conseguente disastro che abbiamo vissuto in prima persona tutti noi, impongono che la politica si assuma direttamente determinate responsabilità in questo delicatissimo settore”. Inoltre, il segretario cittadino di Rifondazione, Gabriele Vedova, accusa il sindaco Ciaramella di voler “rendere corresponsabili le opposizioni in scelte scellerate”. Tutte critiche che non turbano più di tanto il centrodestra che, forte di una maggioranza di fatto, di circa il 90% del consiglio comunale, intende si discutere l’argomento, ma giungere anche ad un punto fermo per consentire la partenza di tutte le attività correlate all’indizione della gara. “In primo luogo –ha sottolineato Ciaramella – la delibera sulla differenziata va approvata prima dell’approvazione dell’assestamento del bilancio, nella quale va ricompressa. Ed il tutto non può non avvenire domani in consiglio comunale”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico