Aversa

Rifiuti, Vedova: “Maggioranza convochi consiglio aperto”

Gabriele VedovaAVERSA. “Il sindaco Ciaramella non si trinceri
dietro malcelate e del tutto fuori tempo chiamate in corresponsabilità. Ammetta
l’inefficienza della sua maggioranza, la totale assenza di una linea politica
condivisa, …

e ritorni a dar voce a cittadini ed associazioni convocando un
consiglio comunale aperto sul tema rifiuti. Ne guadagnerà la città in termini
di democrazia e reale partecipazione”.
Il segretario cittadino di Rifondazione
comunista, Gabriele Vedova, interviene
all’indomani della convocazione della conferenza dei capigruppo, allargata ai
segretari dei partiti politici, da parte del sindaco di Aversa.

“Alla convocazione di tutte le forze
politiche della città
– spiega Vedova – in
una irrituale riunione congiunta con i capigruppo consiliari sul tema dei
rifiuti, abbiamo risposto unicamente per cortesia istituzionale, assicurando la
nostra presenza ed esplicitando la nostra posizione a riguardo, espressa con la
consueta chiarezza e sobrietà dal consigliere Rosato. Non possiamo al contempo
non stigmatizzare il modus operandi della maggioranza, decisamente paradossale.
Abbiamo, come partiti della sinistra, a più riprese chiesto le dimissioni del
sindaco Ciaramella. Lo abbiamo fatto, e continueremo a farlo unicamente in nome
di un’esigenza concreta condivisa dalla maggioranza degli aversani, un’esigenza
dettata dalla inefficienza che la maggioranza continua a dimostrare: dietro il
preteso tono ecumenico e partecipativo del sindaco che, in zona cesarini, alla
scadenza del decreto Bertolaso, convoca tutte le forze politiche della città,
perchè partecipino con lui alle decisioni da adottare, si cela un neanche troppo implicito tentativo di chiamata
in corresponsabilità, peraltro del tutto fuori tempo, che respingiamo al
mittente. Siamo di fronte a dieci anni di inattività sul tema, dopo decine di
giunte cambiate, tre delle quali nell’ultimo anno, nonostante la città gli
abbia attribuito un consenso pari a più del 60%, accresciuto in consiglio
comunale da episodi vari di trasformismo”
.

Il segretario insiste: “Il sindaco Ciaramella cerca, maldestramente e paradossalmente come nello
stile del centro destra, di riversare sulla opposizione il suo decennio di inattività
sul tema in questione. Al sindaco, che con una maggioranza di più del 90% del
consiglio comunale, e nonostante le ‘elevate competenze’ presenze
in giunta, non riesce ad addivenire ad una soluzione, ripetiamo: esca dalle
segrete stanze, apra il consiglio comunale ai cittadini ed alle associazioni
che lo scorso anno hanno pacificamente invaso la città ed il consiglio comunale
stesso, arrivando peraltro a proporre, per il tramite del consigliere rosato,
una delibera di indirizzo sulla questione rifiuti che è rimasta lettera morta e
che contiene il piano alternativo in tema di rifiuti, concreto e attuabile,
rispetto a quello del centrodestra”
.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico