Succivo

L’Atellana Volley batte 3-2 i vesuviani del Flayer

PallavoloSUCCIVO. Espulsioni, ammonizioni, polemiche, tifo da stadio, non si è fatto mancare niente il match tra l’Edil Atellana Volley e Volley Ball Flayer.

La gara, valida per il secondo turno del campionato di serie D maschile girone B, giocata al “Palavolley” di Succivo, ha visto la formazione dell’Edil Atellana Volley di Andrea Donelli superare dopo un vibrante 3-2 (20-25, 25-22, 28-26, 23,25, 15-19) quella di mister La Rocca. La formazione succivese dopo l’exploit di sette giorni fa in casa della Pallavolo Telese, grazie a una condotta tutta grinta e carattere si aggiudica due punti contro il team vesuviano avversario dimostratosi forte e motivato. La sfida, giocata a ritmi vertiginosi sin dai primi minuti di gioco, è stata vibrante per l’intero arco della sua durata. E’ un notevole passo in avanti per la giovane formazione atellana verso il cammino che porta alla salvezza, infatti, dopo l’amarezza della passata stagione culminata con la retrocessione, il tasso tecnico di quest’anno e l’esperienza accumulata l’anno scorso fanno ben sperare. Gli ospiti partono con il piede giusto aggiudicandosi il primo set, tuttavia, la squadra di casa non si scompone più di tanto, tant’è, che si porta sul parziale di 2-1 per poi cedere il quarto set. Il tie break è un “Big Bang” di emozioni e sofferenza per la giovane compagine di casa. La Volley Ball Flayer mette in campo nel quinto e decisivo set tutta la propria esperienza chiudendo il cambio campo in vantaggio per 8-6. Nel secondo time, incoraggiati dal capo ultras Mimmo Colella e da un pubblico letteralmente impazzito per i propri beniamini, gli atellani dei Generali Andrea Donelli (allenatore) e Mimmo Finelli (direttore sportivo) si lanciano al contrattacco. E’ nelle difficoltà che si diventa veri uomini. Come guerrieri impavidi e senza macchia, gli atellani sventolano le sciabole e si lanciato all’attacco andando a vincere il match tra il tripudio dei propri tifosi.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico