Succivo

Consiglio comunale, Russo abbandona Perrotta vota contro

Pietro Paolo RussoSUCCIVO. Via libera del Consiglio Comunale all’equilibrio di bilancio, ma a caratterizzare la seduta è soprattutto la questione politica con Pietro Paolo Russo e Domenico Perrotta finiti all’opposizione.

Ecco i fatti: il sindaco Franco Papa arriva, agguerrito, ai lavori e con un intervento di oltre 30 minuti apre una serie di riflessioni su temi politici e amministrativi scottanti, poi sulla votazione dell’equilibrio di bilancio lancia la sfida: “Chi si ritieni di appartenere a questa maggioranza voti a favore, altrimenti è di fatto all’opposizione”. L’invito del primo cittadino giunge appena dopo l’intervento dell’ex assessore Pietro Paolo Russo che esprimeva la volontà di abbandonare l’aula. “Per motivi personali – ha aveva dichiarato Russo – non ho avuto il tempo per esaminare la documentazione inerente all’argomento in discussione. Sono dispiaciuto, ma non potendo esprimere un voto ponderato preferisco abbandonare i lavori”. Russo, tuttavia, non ha avuto neppure il tempo di alzarsi dalla poltrona che il sindaco lo ha incalzato: “Sulla questione dell’equilibrio di bilancio come del resto sui temi all’ordine del giorno – ha spiegato Papa – non ho convocato riunioni di maggioranza affinché la discussioni si svolgesse in aula, perché è mia intenzione chiedere sull’argomento una verifica di maggioranza. Pertanto chi si ritiene di far parte di questa coalizione di governo resti in aula e voti a favore, in caso contrario significa che è all’opposizione”. La cosa però non ha sortito effetto su Russo che ha comunque abbandonato l’aula, ribadendo che non erano queste le motivazioni per cui andava via, ma di fatto si è posto all’opposizione. Ricordiamo che l’ex assessore aveva poco prima presentato delle interrogazioni al primo cittadino che era state discusse in aula e la cosa non è stata gradita dalla maggioranza. “Le interrogazioni – aveva sottolineato nel suo intervento Russo – non sono uno strumento contro la maggioranza, servono a fare chiarezza e dare l’opportunità al sindaco di riferire sul alcuni argomenti che hanno creato fraintendimenti e chiacchiere”. Intanto, Papa incassato l’abbandono di Russo ha incalzato il consigliere Domenico Perrotta: “Consigliere Perrotta – ha esordito Papa – visto che la volta scorsa ha abbandonato i lavori, pensa di fare la stessa cosa? Le chiedo questo – ha aggiunto – perché è mia intenzione capire se lei voglia far parte di questa maggioranza o dell’opposizione”. Perrotta sollecitato dal sindaco dopo un primo tentennamento con fermezza ha ribadito: “Resto in aula, voto contro l’equilibrio e mi colloco nello schieramento di opposizione”. Insomma, una bella seduta, ricordiamo però che nonostante le defaillance la maggioranza resta di undici consiglieri contro cinque della minoranza.

Di Stefano Verde da ‘Il Corriere di Caserta’

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico