Sant’Arpino

Il Pd elegge il coordinatore e condanna “i cinque”

Elpidio Del PreteSANT’ARPINO. Si è riunito il direttivo sezionale del Pd per prendere le opportune iniziative e avviare in maniera definitiva l’organizzazione ed il radicamento territoriale del partito.

Sono stati definiti gli assetti organizzativi che dovranno gestire la fase del tesseramento fino alla preparazione del prossimo congresso sezionale. A tal proposito è stato eletto coordinatore, all’unanimità dei presenti, il capogruppo consiliare Elpidio Del Prete che ha provveduto immediatamente a proporre i nominativi della Commissione di garanzia per il tesseramento e quelli per l’Ufficio Politico che avrà il compito di coadiuvare il Coordinatore in questa fase delicata. Nell’ufficio politico sono stati eletti il dottor Arcangelo Vitagliano, il dottor Luigi Di Monte, Susy Ronga, Elpidio Arena. Nella Commissione di garanzia per il tesseramento sono stati nominati Giovanni Ciuonzo, Luisa D’Elia, Andrea Guida.

Al termine dei lavori del direttivo, il coordinatore Del Prete ha espresso la propria soddisfazione per il risultato raggiunto che, pur in presenza di posizioni articolate e che hanno prodotto un forte e serrato confronto, si sono conclusi con una soluzione condivisa e unanimemente approvata. Il coordinatore ha anche sottolineato, con rammarico, l’iniziativa dei cinque sottoscrittori del documento inviato ai responsabili nazionali, regionali e provinciali del Partito, con il quale si annuncia la loro “autosospensione”.

“Un’iniziativa motivata con argomenti pretestuosi, inesistenti e contraddittori, fatto pervenire solo un’ora prima dell’avvio dei lavori del direttivo. – afferma Del Prete – Un atteggiamento ingiustificato e incomprensibile, poiché la loro presenza sarebbe stata molto gradita. Infatti, sarebbe stata un’utile occasione sia per una conoscenza diretta delle persone (fino ad oggi si conoscono solo i nominativi, tra l’altro indicati dal consigliere comunale di maggioranza Salvatore Lettera), sia per avere finalmente un confronto diretto, aperto e democratico sulla loro posizione politica”.

Il direttivo, poi, a proposito della iniziativa dei “cinque”, ha dato mandato al coordinatore e all’Ufficio Politico di preparare un documento politico di risposta “per pervenire ad una definitiva soluzione che faccia chiarezza rispetto ad un’anomala situazione che vede a Sant’Arpino rappresentanti del Partito Democratico, con incarichi di responsabilità a livello provinciale schierati, senza alcuna ragione politica, contro il Partito locale e sostenere l’amministrazione comunale, retta da un’alleanza che va da Forza Italia al partito dei Comunisti italiani, passando per lo Sdi e Alleanza Nazionale”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico