Sant’Arpino

Capasso: “La minoranza la smetta con le offese e sia costruttiva”

Ernesto CapassoSANT’ARPINO. Arriva a stretto giro di posta la risposta del capogruppo consiliare di “Alleanza Democratica per Sant’Arpino”, Ernesto Capasso, a quanto dichiarato dagli esponenti della minoranza all’indomani dell’ultimo consiglio comunale.

“Sono davvero rammaricato – dichiara Capasso – delle dichiarazioni rilasciate dal capogruppo consiliare di opposizione riguardanti la polemica scatenatasi nel civico consesso al momento dell’approvazione del conto consuntivo. Come esplicato a chiare lettere già durante la seduta consiliare sia dall’assessore Brasiello che dal sottoscritto il nostro voto favorevole a tale documento contabile è scaturito da mere considerazioni tecnico-amministrative al fine di garantire il regolare esercizio economico dell’ente. Come ribadito a più riprese una cosa è il senso di responsabilità amministrativa, dimostrato anche in questa occasione dalla coalizione che sostiene il sindaco Eugenio Di Santo, altra cosa è la condivisione del modus operandi dell’esecutivo precedente. Non c’è nulla che ci piace di quanto fatto dalla giunta Savoia men che meno la gestione delle risorse economiche che è stata tutt’altro che consona al principio di economicità, come sta a dimostrare il fatto che l’avanzo effettivo, pari a circa 291mila euro, è davvero basso e non può certamente essere destinato a nessuna attività in quanto ‘riserva’ utile nel malaugurato caso di necessità impellenti. Entrando nel merito gestionale della passata consiliatura ribadisco, a nome dell’intera coalizione, le critiche sullo sperpero di risorse pubbliche con soldi gettati in portaborse, portavoci, macchine istituzionali, telefonini comunale, consulenze di vario genere e così via, mentre progetti e attività per la cittadinanza sono stati ridotti all’osso”.

Capasso poi si rivolge al capogruppo del Pd Elpidio Del Prete: “Caro Del Prete altro che ipocrisia questa è la pura e semplice verità. Del resto quello tenuto dal sottoscritto in questi anni può essere definito in qualsiasi modo fuorché ‘comportamento ipocrita’ visto che sin da tempi non sospetti ho manifestato a chiare lettere la mia opposizione all’operato dell’ex giunta Savoia ed essendo fautore di un’opposizione mai fine a se stessa, ma sempre costruttiva e volta esclusivamente alla tutela degli interessi dei nostri concittadini. Invito il capogruppo del Pd, poi, a farsi una bella introspezione e a rammentare quando anche lui, da vicesindaco, era critico verso l’operato della giunta, tanto che l’ex sindaco gli tolse addirittura le deleghe. Cosa è cambiato da allora caro Elpidio? Dispiace ancor di più che il consigliere Savoia, che ringrazio per le belle parole spese sulla mia attività professionale ed imprenditoriale, si sia dovuto letteralmente arrampicare sugli specchi per giustificare l’ingiustificabile”.

Il capogruppo di Ad conclude: “Tali comportamenti, tuttavia, non mi scoraggiano, e ancora una volta ritorno a chiedere alla minoranza di lasciar perdere atteggiamenti ostruzionistici e polemiche fini a loro stesse, emblematiche quelle nei confronti del Presidente del Consiglio Comunale Antonio Guarino, a cui rinnovo stima e apprezzamento, e a pensare alle impellenze della nostra comunità lavorando insieme, nel rispetto della diversità dei ruoli, per trovare soluzioni che siano utili a quanti ci hanno eletti”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico