Santa Maria C. V. - San Tammaro

Ospedale ‘Melorio’, riunione dei capigruppo consiliari

Giuseppe Stellato SANTA MARIA CAPUA VETERE. I capigruppo consiliari dell’amministrazione sammaritana si sono incontrati per analizzare la relazione redatta dalla direzione sanitaria del Melorio sullo stato dei luoghi della struttura ospedaliera.

In questi giorni intanto, la direttrice del nosocomio ha rassicurato circa l’adeguatezza delle sale operatorie e il rispetto della normativa vigente in materia sanitaria. “L’incontro era necessario – sottolinea il consigliere Giuseppe Stellato la vicenda amministrativa riguardante l’ospedale di Santa Maria Capua Vetere, infatti, va valutata con serietà, anche se al di fuori di inutili enfasi o inadeguati campanilismi. Allo stesso modo va detto per i toni usati dall’amministrazione capuana che, con estrema superficialità ha posto l’accento su problematiche che non avevano alcuna necessità di essere evidenziate, ed in ordine alle quali andava comunque considerata l’utilità della presenza delle strutture ospedaliere sul territorio. Anche per questo al Comune di Santa Maria si è ritenuto opportuno procedere ad una specifica riunione chiarificatrice tra i vari capigruppo, a che tutte le parti presenti siano adeguatamente preparate sulla questione. Intanto, non crediamo che questa vicenda interferisca con quella della realizzazione della nuova struttura ospedaliera che, secondo il piano vigente dal 2006, dovrebbe interessare le utenze di Capua e Santa Maria, nonché l’intero bacino di utenza gravitante su tali centri. La cosa importante invece è che l’utenza riconosca il significato e la presenza di tali strutture sul territorio, anche nella fase attuale ed anche prima della realizzazione del nuovo ospedale, cui tempi di realizzazione dipendono da una serie di fattori alcuni dei quali non ancora maturati. Ciò che invece maggiormente interessa in questa sede è il mantenimento di un corretto rapporto tra le strutture attualmente esistenti, ed in particolare un’attenzione all’ospedale sammaritano, commisurata all’effettiva attività ed alle risposte che è in grado di fornire sul territorio. Ciò che interessa principalmente è che l’azienda sanitaria non venga meno rispetto alle previsioni del Piano Ospedaliero e non intervenga per ridurre le capacità di funzionamento del nosocomio. Sulla questione delle strutture ospedaliere poi, è da tempo che, nella mia qualità di consigliere regionale, ho interloquito con la Giunta e la competente commissione consiliare regionale anche attraverso specifica audizione e chiarimento della posizione assunta. In tale contesto è il caso che ognuno, ivi compreso il massimo consesso cittadino, assuma posizione nette e di tutela del proprio territorio e delle proprie istituzioni e presenze, che di fatto hanno accompagnato la vita cittadina sin dal suo nascere”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico