Santa Maria C. V. - San Tammaro

“Falsi d’autore”, successo della mostra di Carolina Bandi

Carolina BandiSANTA MARIA CAPUA VETERE. Grande presenza di pubblico all’interessante mostra di pittura dell’artista Carolina Bandi, in occasione dell’inaugurazione dell’anno sociale delle Acli-Art di Santa Maria Capua Vetere presiedute dalla dottoressa Agnese Puggioni.

L’artistico” Salone degli Specchi”, prestigiosa struttura del teatro Garibaldi, ha fatto da cornice alle trenta tele esposte, che riproducono alla perfezione le opere dei più grandi maestri della pittura, come Monet, Van Gogh, Renoir, Klimt, Botticelli, Raffaello e Caravaggio.

“E’ senza dubbio una mostra originale – ha sottolineato la presidente del sodalizio la Puggioni – in quanto le opere esposte, eseguite dalla valente pittrice, riescono a far sognare davanti ad un ‘falso d’autore’ che, oltre ad essere un’opera d’arte, diventa unica ed irripetibile come l’originale”. “Per ottenere un perfetto ‘capolavoro vero-falso’ – ha spiegato l’artista – esso va curato nei minimi dettagli, in modo da suscitare le stesse emozioni che si percepiscono davanti ai capolavori veri, esposti nei vari musei”. Presenti all’inaugurazione oltre ad un pubblico interessato ed attento sono stati notate personalità del mondo dell’arte, della cultura e della critica, che hanno espresso unanimi consensi alla pittrice Bandi. La personale di Carolina Bandi è stata ufficialmente aperta dalla presidente Acli Agnese Puggioni e dal sindaco della città dottor Giancarlo Giudicianni, i quali hanno sollevato il drappo, che copriva il logo della pittrice, un ritratto di Tamara de Lempicka. Con un’articolata relazione la poetessa e critico d’arte Clea De Francesco ha ricostruito la genesi della proposta espressiva di falso d’autore, risalendo al concetto di “mimesis” nei passaggi fondamentali della sua storia, indagando anche le possibili ragioni di un’estetica del falso.

“L’opera di Carolina Bandi – ha detto fra l’altro la poetessa Clea De Francesco – non è una pedissequa imitazione di un originale, è qualcosa di più; è un mondo che riporta all’attenzione i grandi temi della Storia spirituale dell’uomo; è la testimonianza di uno stupore che ci coglie di fronte a qualcosa che ci trascende …”. Riflessioni che sono state condivise dalla pittrice, che con pennellate fluide coglie la perfezione ed il senso della bellezza, esprimendo un suggestivo fascino nell’eguagliare le opre dei grandi maestri dell’arte.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico