San Nicola la Strada - San Marco Evangelista

Rifiuti, nessuno rispetta l’ordinanza del sindaco

rifiutiSAN NICOLA LA STRADA. Torniamo ad occuparci, ancora una volta dei residenti di Via Galvani e via Torricelli che denunziano lo sversamento illegale di rifiuti lungo le loro strade.

Frigoriferi, pneumatici, rifiuti ingombranti di tutti i tipi, sacchetti dell’umido, dell’indifferenziata giacciono da giorni senza che nessuno faccia nulla. Eppure a pochi metri c’è (ancora per poco perché in procinto di essere spostate in altro luogo) la Caserma dei Vigili Urbani del Comandante Antonio Laurenza. Possibile che nessun vigile, nel corso dei loro spostamenti con l’autovettura di servizio si sia mai accorto di tutto quello che giace per terra in via Galvani ed in Via Torricelli. Comunque, queste ultime non sono le uniche strade dove giacciono per terra i sacchetti d’immondizia, in special modo nel corso del week end quando vige l’Ordinanza nr. 56 del 13 settembre scorso, a firma del Sindaco Angelo Pascariello. Ad esempio, ma sono molte le strade che il sabato e la domenica si presentano in condizioni orribili agli occhi dei cittadini virtuosi, anche in via Meucci accade la medesima cosa. Anzi, i sacchetti vengono depositati a ridosso della “casermette” perché nessuno vuole i sacchetti sotto il portone di casa propria. Ma i residenti contestano anche l’orario in cui è autorizzata il deposito dei sacchetti: dalle ore 21.00 alle ore 7.00. E’ troppo lungo il periodo di permanenza dei rifiuti in strada. Ciò comporta che nella via Meucci hanno fatto nuovamente la loro comparsa i topi, oltre ai cani ed ai gatti che vanno a rovistare nelle buste lacerate dai loro artigli.

Una situazione inammissibile visto che la predetta Ordinanza così recita: “Atteso che a causa della chiusura domenicale degli impianti di conferimento e alla conseguente impossibilità del ritiro dei rifiuti, gli stessi restano giacenti al di fuori dei cassonetti o presso i numeri civici nel caso del porta a porta; ORDINA, A parziale modifica dell’Ordinanza n. 40 del 30.04.2008: che a decorrere da sabato 27 settembre 2008è fatto assoluto divieto di sversare i rifiuti dalle ore 12,00 del sabato alle ore 19,00 della domenica, di ciascuna settimana, provenienti da utenze domestiche, dalle attività commerciali, artigianali ed uffici nel territorio di questo Comune, nelle zone servite dai cassonetti stradali e nelle zone servite dalla raccolta porta a porta. VIETA: 1. L’abbandono ed il deposito incontrollato di rifiuti sul suolo, sulle aree pubbliche e private di tutto il territorio comunale; 2. L’esposizione di sacchi contenenti rifiuti sulla via pubblica in luoghi, giorni ed orari diversi da quelli stabiliti; 3. Il deposito di imballaggi da parte di utenze commerciali nei contenitori predisposti per la raccolta differenziata. AVVISA: Il mancato rispetto della presente Ordinanza Sindacale per le violazioni comporterà: 1. l’applicazione nei confronti dei trasgressori delle sanzioni amministrative di cui agli articoli 255 e 256 del d.lgs. n. 152 del 3 aprile 2006; 2. la segnalazione all’Autorità Giudiziaria di ipotesi di reato qualora la violazione costituisca fattispecie penalmente punibile ai sensi del D Lgs n. 152/2006 o di altre norme vigenti; 3. L’applicazione delle sanzioni previste dall’art. 7 bis D.Lgs. 267/2000 da € 25,00 a € 500,00”. Dunque, nessuno rispetta l’Ordinanza del sindaco, ma, cosa ancora più grave, non c’è nessuno che controlla e punisce coloro che sversano in difformità a quanto previsto. Purtroppo, i controlli della Polizia Municipale sono completamente assenti, così come pure quelli delle guardie ecologiche del Consorzio “Calatia”. Lo stato di degrado in cui versa gran parte del terreno cittadino è così elevato che i sannicolesi chiedono maggiore attenzione al sindaco Pascariello.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico