San Nicola la Strada - San Marco Evangelista

Grande successo della V edizione della Cavalcata Borbonica

Cavalcata BorbonicaSAN NICOLA LA STRADA. Si è svolta domenica pomeriggio in Largo Rotonda, la quinta edizione della Cavalcata Borbonica organizzata dalla locale Pro Loco, presieduta da Lucio Bernardo.

L’evento ha richiamato per l’occasione una grande folla che si è entusiasmata nel vedere le 30 auto partecipanti; i mezzi a due ruote che sono stati 12, mentre 16 sono state le carrozze con cavalli, in più tre cavalieri. A tutti è stata data la pergamena ricordo ed un ricordino offerto da Russo Oro nonché un sacchetto con i prodotti offerti dalla Pepsi. Per la Pro Loco ha salutato i presenti la dott.sa Gabriella D’Ambrosio poi ha preso la parola il sindaco Angelo Pascariello. Assente, per motivi di lavoro, il Presidente Lucio Bernardo, che contattato telefonicamente si è congratulato con i soci del sodalizio che non hanno lesinato energie per il buon esito della manifestazione e per la Pro loco e le sue iniziative che, ha detto “va più che bene.”. Chi ha meno di cinquant’anni non ricorda le corse dei cavalli che si svolgevano nel largo Rotonda. Si è spenta persino l’eco dei commenti nei giorni successivi alle gare. È da un bel po’ di tempo, infatti, che esse non hanno più luogo; furono abolite dal Prefetto di Caserta, nel corso dell’amministrazione comunale guidata dall’avvocato Giovanni Gentile (1953-1958), per motivi di incolumità pubblica. Le prime corse, da quello che si è potuto apprendere mediante la lettura di carte amministrative raccolte a seguito di ricerche d’archivio dallo storico Franco Nigro, ebbero luogo precisamente nell’anno 1871, ossia centotrentacinque anni fa. Dunque, anche San Nicola, alla pari di tante città italiane più note aveva il suo palio, come quello celebre di Siena. Un palio dalle radici antiche, la cui storia è quella di un appuntamento sportivo che era divenuto una tradizione. Ad influire sulla nascita delle corse di San Nicola fu, probabilmente, il vivo ricordo delle famose corse dei cavalli che si svolgevano ogni anno, di pomeriggio, nel giorno dell’Ascensione, nell’ampio maneggio centrale del “sito reale” di Carditello, a partire dal 1792 e fino agli inizi dell’ottocento. Tali festeggiamenti furono istituiti da Ferdinando IV di Borbone nell’anno 1792, in occasione dell’inaugurazione della Parrocchia di Carditello, dedicata appunto all’Ascensione. Far rivivere oggi l’antica corsa, anche se con la sola presenza dei cavalli e dei cavalieri, da parte della Pro Loco, significa far conoscere in primo luogo ai giovani i momenti di festa e di partecipazione della vita passata della comunità sannicolese, nel segno di una tradizione che viene tramandata anche oralmente, nonché rimettere in piedi una tradizione che per decenni ha costituito un punto di riferimento e di aggregazione per i cittadini e di sicuro richiamo turistico per migliaia di persone.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico