San Felice a Cancello - Santa Maria a Vico - Arienzo - Cervino

Pensionata americana torna nella sua terra d’origine

Rosalia Lo Curcio BragiottiSAN FELICE A CANCELLO. I suoi genitori andarono via da San Felice a Cancello emigrando negli Stati Uniti nel 1917, ed ora a distanza di 91 anni, lei torna nei luoghi della sua origine, dopo aver spedito una mail al Comune di San Felice.

La signora Rosalia Lo Curcio Bragiotti, originaria di Piedarienzo, è residente a Brooksville, in Florida, dove ha sposato un uomo di origine italiana, Piero Bragiotti, professore universitario in pensione. La donna, 68 anni ed una carriera di grafico pubblicitario alle spalle, due mesi fa ha spedito una mail al dirigente degli Affari generali del Comune, Francesco Magliulo, La signora Bragiotti con l'assessore Russo, il sindaco De Lucia ed il marito Piero Bragiotti esprimendo il desiderio di visitare il suo luogo d’origine, infatti il nonno materno si chiamava Michele Bergamo, mentre la madre era Chiara Bergamo. Dopo aver avviato i contatti con il suddetto ufficio, la signora, che parla un discreto italiano, è stata subito accontentata; infatti ieri mattina è stata prelevata a Sorrento, dove era in gita, e dove era giunta con una crociera, ed è stata ricevuta dal sindaco Pasquale De Lucia, dall’assessore Lorenzo Russo e da un suo cugino di quarto grado, il pensionato sanfeliciano Giuseppe Bergamo. Il sindaco ha regalato alla signora Rosalia alcuni testi riguardanti la storia di San Felice a Cancello; il gradito ospite, grazie al supporto del pronipote di quarto grado, Michele Bergamo, ha prima visitato la Reggia di Caserta e poi la cittadina sanfeliciana dove sono nati i suoi genitori. Per la donna americana, tuffarsi nei suoi luoghi d’origine è stato il massimo, e per la verità ha rivolto degli ottimi apprezzamenti su San Felice a Cancello, affermando che è una cittadina molto ben curata. La signora Lo Curcio Bragiotti, quando tornerà negli Usa, potrà portare un ricordo importante della sua esperienza a San Felice a Cancello, dove ieri le sono stati donati alcuni prodotti tipici.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico