Italia

Droga, smantellata rete di narcotrafficanti

carabinieriROMA. Vasta operazione antidroga dei Ros in Veneto, Lombardia, Liguria e altre regioni che ha portato all’emissione di 20 ordinanze di custodia cautelare per associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.

Altre 36 persone, indagate a piede libero, sono state sottoposte a perquisizione. Tra gli indagati vi sono ex esponenti di Ordine Nuovo e dei Nar, mentre tra altri arrestati figurano ex appartenenti della mala del Brenta di Felice Maniero e della banda della Comasina di Renè Vallanzasca. L’organizzazione criminale movimentava ingenti quantitativi di droga nel Nord Italia con modelli organizzativi tipici dei gruppi eversivi. Anche un ex brigatista rosso, residente a Peschiera del Garda (Verona), risulta tra gli indagati dell’operazione antidroga dei Ros. Tra il materiale sequestrato nella sua abitazione, vi sono anche vecchi volantini con la stella a cinque punte, che questi conservava nostalgicamente. L’operazione, avviata dai carabinieri nel 2006, aveva già portato nel tempo al sequestro di quasi 10 kg di cocaina e 15 di hascisc. Nelle perquisizioni portate a termine la notte scorsa, sono stati recuperati complessivamente un altro mezzo chilo di cocaina ed un chilo di hascisc, oltre ad una pistola con silenziatore e documenti falsi. A capo della banda c’era il pregiudicato, Angelo Manfrin, 64 anni, condannato nel 1990 dalla Corte d’Assise d’Appello di Venezia per associazione per delinquere in concorso con Gilberto Cavallini, Giusva Fioravanti e Francesca Mambro, e altri complici della banda responsabile, tra l’altro, dell’omicidio dei carabinieri Enea Codotto e Luigi Maronese, uccisi a Padova il 5 febbraio 1981.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico