Gricignano

Lettieri offre “on line” a Verde la delega ai tributi

da sin. Lettieri e VerdeGRICIGNANO. Che il web sia ormai uno dei principali strumenti di comunicazione è una realtà consolidata. Ma finora nessuno avrebbe mai immaginato che i politici arrivassero a dialogare tra di loro in un forum sui problemi della comunità e, soprattutto, a fare “accordi on line”.

Ieri è capitato nella sezione “Gricignano” di Pupia dove il sindaco e assessore provinciale Andrea Lettieri, intervenuto per la primissima volta nel forum, ha offerto al consigliere di opposizione Antimo Verde, assiduo commentatore del nostro sito, la delega ai tributi. Si, una vera e propria apertura all’opposizione, e “non una provocazione”, come assicurato dallo stesso primo cittadino, che ha meravigliato non poco gli utenti.

Tutto è nato dall’intervento di Verde che, in risposta al commento di Josh, aveva illustrato la sua “ricetta” per ripianare i debiti del Comune: “Iniziamo a dare a tempo debito tutte le concessioni a costruire che giacciono da anni presso l’ufficio tecnico. Iniziamo a riscuotere tutti i contributi evasi, pretendendo il canone d’affitto dalla Asl Ce2, dalla caserma dei Carabinieri. Diamo meno incarichi esterni. Insomma, ce ne sono di strade per ripianare il disavanzo. Basta sedersi ad un tavolo maggioranza e opposizione e lavorare di comune accordo nell’interesse del paese,come si dovrebbe fare nei momenti di difficoltà”.

A questo faceva seguito l’intervento di Lettieri, che accoglieva l’invito di Verde, offrendogli “on line” la delega ai tributi: “E’ la prima volta che mi pregio di rispondere ai lettori di Pupia, anche perché lo ritengo necessario alla luce degli ultimi argomenti posti in essere nel forum. Caro consigliere Verde, sono disponibilissimo ad istituire un tavolo istituzionale tra maggioranza e opposizione. Decidi tu la data. Inoltre, e sottolineo che non si tratta di una provocazione, ma di un’apertura all’opposizione, sono disponibile a conferirti la delega ai Tributi, in modo che potrai dare il tuo contributo di idee alle problematiche inerenti la stessa delega”.

Non si è fatta attendere la risposta di Verde: “Ringrazio il sindaco per l’invito fattomi ma in politica ci vuole anche coerenza. Io sono stato eletto tra le fila della opposizione e all’opposizione resterò. Chi mi ha votato non capirebbe e giustamente, al momento opportuno, mi chiederebbe il conto. Io ribadisco che sono disponibile al dialogo per affrontare la crisi in modo costruttivo, senza chiedere o pretendere deleghe o altre prebende. L’azione amministrativa è un progetto da portare avanti, la delega che il sindaco mi offre non è il progetto ma solo un modo per avere un consigliere in più. Sono d’accordo con il sindaco per organizzare un incontro ove si elabori un progetto alternativo al modo come si è amministrato fino ad oggi. Se questo progetto viene elaborato ed approvato, sono pronto ad assumermi le mie responsabilità, mettendo al servizio del paese le idee e il mio tempo libero”.

Un dialogo già di per sé singolare, poiché basato un’importante incarico offerto ad un consigliere in forza alla minoranza, e che diventa sorprendente quando avviene “via web” tra un sindaco e un suo oppositore. Più democratico e trasparente di così…

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico