Gricignano

Diretto: “Trasferire Anagrafe in piazza per dare aule al Comprensivo”

Luigi DirettoGRICIGNANO. Sulla questione dell’Istituto Comprensivo, riceviamo e pubblichiamo la lettera che il delegato all’Istruzione, Luigi Diretto, ha presentato martedì sera, 7 ottobre, al sindaco e alla maggioranza.

Ill.mo Sindaco

c/a Assessori

Consiglieri Comunali

E’ nota a Voi tutti l’istituzione nel nostro territorio di una Direzione Didattica e di un Istituto Comprensivo da parte del Ministero della Pubblica Istruzione.

La nomina di queste dirigenze ha portato alla nostra città la giusta completezza e il giusto riconoscimento nonché la giusta normalità nell’istruzione.

Infatti da troppi annii nostri concittadini erano costretti ad andare a Cesa per il disbrigo delle pratiche scolastiche per quel che riguarda la scuola dell’infanzia e della primaria.

Tutti voi siete a conoscenza del percorso che ci ha portato a richiedere alle autorità competenti l’istituzione dell’Istituto Comprensivo, il rischio che correvamo nel perdere la dirigenza della scuola secondaria, ulteriormente avallato dalle ultime disposizioni del Ministro Gelmini. Era una rischio inaccettabile, per il paese, per la politica per le nostre coscienze.

Il nostro impegno, i nostri sforzi, alla fine sono stati premiati e le istituzioni nel nostro territorio delle suddette dirigenze hanno portato e continueranno a portarelustro e immagine positiva a tutta l’amministrazione.

Ma questi sforzi e questo lavoro vanno completati nell’apportare alle strutture dei nostri istituti scolastici i giusti adeguamenti di cui da molto tempo hanno bisogno e sono carenti.

Voglio ricordare a Voi e a me stesso che la scuola è stata al centro della nostra campagna elettorale, abbiamo promesso ai nostri concittadini la massima attenzione all’istruzione e a tutto ciò che è il mondo della scuola.

Ad oggi siamo riusciti, grazie al lavoro meticoloso e certosino dei nostri collaboratori e dirigenti degli uffici comunali, e lavorando in sinergia e collaborazione con l’assessorato ai Lavori Pubblici, senza gravare sul bilancio comunale di un solo euro, a rendere operativa la Direzione Didattica dotandola di arredi, sistemi di sicurezza, sistemi climatici ed informatici.

Lo stesso abbiamo fatto per l’Istituto Comprensivo, unitamenteal personale dello stesso Istituto e grazie soprattutto alla Dirigente scolastica, che ha messo a disposizione parte dei propri fondi, trasformando l’ala destra dell’edificio ex scuola media in un accogliente ambiente scolastico per i bambini della scuola materna ed elementare.

Il lavoro prodotto ha portato subito i suoi frutti con le iscrizioni che hanno superatoil numero di capienza a disposizione,tanto da creare già una lista di attesa.

Ora anche per far fronte a tutta una serie di legittime richieste e segnalazioniche ci pervengono dai dirigenti degli stessi istituti è doverosa da parte nostra un’attenta analisi della situazione.

L’istituto Comprensivo ha bisogno urgentemente di almeno quattro aule, al momento la sala professori è utilizzata come aula così come la sala multimediale, una parte della sala mensa e una parte del corridoio superiore da cui è stata ricavata un’aula.

Sistemazioni provvisorie a cui è doveroso e coscienzioso dare una soluzione definitiva.

Ci si può domandare perché non si è pensato prima e quindi prima posto rimedio al problema?

La domanda ce la siamo posta a suo tempo anche noi, ed avevamo trovato anche una soluzione più che dignitosa anche se momentanea, ma problemi di natura non imputabile a questa delega hanno fatto in modo da non poter dar luogo a procedere in tempo per tamponare l’emergenza.

Va altresì ricordato che le due sezioni di scuola materna ed elementare dell’Istituto Comprensivo l’anno prossimo diventeranno quattro, quello successivo sei, e così via fino al completamento della posizione verticale.

Noi possiamo ancora una volta, dimostrando capacità e volontà di intenti, far fronte a questa drammatica emergenza senza incidere sul bilancio comunale e quindi senza spendere grosse cifre con ampliamenti o costruzioni di nuovi edifici, ma semplicemente sfruttando le strutture presenti sul nostro territorio riportandole alla loro originaria destinazione.

La proposta di soluzione al problema aule che il sottoscritto con delega sindacale alla Pubblica Istruzione sottopone a codesta spettabile maggioranza consiliare, proposta già formulata molto tempo fa,la quale prego di valutare con profonda attenzione, è la seguente:

Trasferire gli uffici anagrafe e stato civile nella sede centrale di Piazza Municipio.

Il trasferimento nella naturale destinazione originaria eviterebbe alla popolazione disagi ed un continuo peregrinare da via Aversa a piazza Municipio per il disbrigo di pratiche o la semplice autentica di una firma.

Ridisegnare gli uffici comunali, accorpare alla struttura centrale gli uffici di via Aversa è un’ulteriore dimostrazione che daremo di organizzazione e volontà di lavoro oltre che attenzione verso i problemi dei cittadini.

In fondo oggi gli stessi uffici della sede centrale di piazza Municipio, pur essendo di notevole capienza sono occupati da un solo dipendente per volta, la riorganizzazione degli stessi li renderebbe certamente più funzionali e meno dispersivi.

Con il ridisegnamento degli uffici si renderebbe libera tutta una parte del vecchio istituto delle scuole elementari di via Aversa si potrebbero con la sola ritinteggiatura riportare la struttura alladestinazione originaria ed ospitare le aule dell’Istituto Comprensivo.

Nel frattempo si darebbe la possibilità alla Asl di trasferirsi in altra sede più consona alle esigenze della cittadinanza, vista anche la carenza di parcheggi in quella zona, e quindi successivamente riportare tutta la struttura ad ospitare aule scolastiche trovando cosi una soluzione appropriata e definitiva al problema.

Mai come in questo momento calza per noi l’opera letteraria di Michele Lessona “VOLERE E’ POTERE”.

Possiamo dare lunga vita ad una struttura scolastica di cui abbiamo dato e creato una precisa identità.

Struttura scolastica la quale sta, dopo anni di buio totale sotto il profilo dirigenziale e organizzativo, nascendo a nuova vita, stimolata e guidata magistralmente da una nuova dirigente che ha fatto dell’Istituto Comprensivo una ragione di vita, ed i risultati di questo amore per la scuola sono sotto gli occhi attenti di tutti i nostri cittadini e soprattutto di quelle famiglie che si trovano ad avere un rapporto con motivazioni diverse con lo stesso Istituto.

Approvando la proposta si darebbe prova e dimostrazione che tutte le belle e giuste parole proferite in campagna elettorale non erano solo di propaganda ma facevano e fanno parte di un vero programma a cui noi tutti indistintamente crediamo.
Il Delegato alla P.I. Luigi Diretto

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico