Castel Volturno - Cancello ed Arnone

Litorale, bando per le opere di depurazione

da sin. Cennami, De Franciscis, NuzzoCASTELVOLTURNO. Sarà pubblicatovenerdì 3 ottobre, sulla Gazzetta ufficiale e su quella della Comunità Europea, il bando di gara relativo al programma di miglioramento e adeguamento degli impianti di depurazione del litorale domizio e al completamento del sistema di collettamento nei Comuni di Castel Volturno e Mondragone, promosso dalla Provincia di Caserta.

Il progetto prevede un investimento di 5 milioni di euro (FAS fondi Cipe) ed è finalizzato a realizzare una rete di smaltimento di tipo misto per il territorio di Castel Volturno, in destra del fiume Volturno (località Bagnara e località Parchitella); una rete di smaltimento per le sole acque nere per il territorio a nord del Comune di Mondragone, lungo la Domiziana (tratto da bivio Sinuessa a bivio Fiumarella); l’adeguamento ed il miglioramento dell’impianto di depurazione esistente, in via Tronto, nel territorio di Castel Volturno, in destra del fiume Volturno. Alla conferenza stampa, nella sala Giunta dell’Ente, hanno partecipato il presidente della Provincia Sandro De Franciscis, i sindaci di Castel Volturno Francesco Nuzzo, (con il vicesindaco Lorenzo Marcello) e di Mondragone Achille Cennami, il consigliere provinciale del collegio Franco Papa e il dirigente che ha seguito l’iter del piano Alfonso Pirone.

“Le opere che ci apprestiamo a realizzare – ha sottolineato il presidente De Franciscis – sono di interesse strategico per le comunità locali e rispondono alla richiesta di maggiori servizi. Siamo particolarmente soddisfatti che queste ingenti risorse siano utilizzate per lo sviluppo del nostro litorale, nell’ottica del disinquinamento del mare e con la consapevolezza delle enormi potenzialità degli oltre 40 chilometri di costa casertana”.

De Franciscis ha espresso poi apprezzamento per l’inserimento di Mondragone tra le Zone Franche Urbane scelte dal Governo, “un risultato che premia l’impegno della nostra Amministrazione sui temi della pianificazione dello sviluppo e che rappresenta un’occasione di rilancio per il territorio”. “Accanto alla creazione di nuova imprenditorialità – ha aggiunto il presidente – è la lotta all’esclusione e al disagio sociale uno degli obiettivi fondamentali della Zona Franca Urbana”. In tal senso, dunque, per De Franciscis “gli interventi programmati dalla Provincia e la nascita della Zona Franca Urbana a Mondragone sono esempi concreti di come le istituzioni locali possono contribuire alla lotta contro la camorra, creando le condizioni di crescita sana per il territorio, al di là dell’attività di repressione delle forze dell’ordine”.

Dai sindaci è giunto il plauso al programma di interventi della Provincia: “Siamo grati al presidente e alla sua squadra di governo per l’attenzione che mostrano verso il litorale – hanno dichiarato i sindaci dei due Comuni rivieraschi – Siamo tutti convinti che lo sviluppo dell’intero territorio casertano passi attraverso il recupero della risorsa mare e l’azione dell’Ente va nella giusta direzione”. Il sindaco di Mondragone ha espresso l’auspicio di una “sempre più stretta collaborazione tra l’Amministrazione provinciale e le realtà locali”, mentre il primo cittadino di Castel Volturno ha evidenziato come gli interventi di riqualificazione “riguarderanno la zona di Destra Volturno, un territorio devastato negli anni da costruzioni selvagge. La sfida che abbiamo davanti – ha concluso – riguarda il recupero del territorio e, insieme, il recupero della coscienza civile”.

Il consigliere del collegio, Papa, ha infine rimarcato la necessità “di un modello di sviluppo che non preveda cattedrali nel deserto, ma azioni concrete e programmi produttivi, a cui io continuerò a fornire il mio contributo e il mio impegno nell’interesse del litorale”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico