Caserta

Energia, da Caserta il piano delle province del sud

Franco CapobiancoCASERTA. Da Caserta le Province del Mezzogiorno si candidano a essere attori protagonisti del Programma Operativo Interregionale “Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013”, …

… per attivare progetti in grado di centrare gli obiettivi fissati dall’Unione Europea in tema di sviluppo energetico sostenibile: 20 per cento di produzione di energia da fonti rinnovabili; 20 per cento di risparmio energetico e 20 per cento di tagli alle emissioni in atmosfera. Questa mattina, nell’aula consiliare della Provincia di Caserta, si è tenuta la prima riunione della Conferenza delle Province del Sud, istituita nell’ambito del Patto dei Presidenti firmato a Bari nel giugno scorso. Numerosi rappresentanti degli Enti del Mezzogiorno hanno partecipato all’appuntamento, ospitato da Terra di Lavoro, che figura tra gli Enti promotori delle iniziative. A introdurre i lavori l’assessore provinciale allo Sviluppo economico, Franco Capobianco (nella foto): “Siamo riusciti a organizzare un evento importante – ha sottolineato – mettendo insieme tante realtà del sud del Paese e intercettando la domanda di sviluppo che arriva dai territori. Siamo convinti che non c’è crescita senza sviluppo energetico. Così intendiamo fornire risposte ai processi di coesione e attrarre finanziamenti”. Qualità dei progetti e velocità dei processi di approvazione sono le condizioni prioritarie ribadite da Capobianco “per vincere una sfida davvero ambiziosa”. Dal vertice è arrivata un’accelerazione anche sul piano organizzativo con l’approvazione del Regolamento del Patto e la costituzione delle sottocommissioni tematiche e del Comitato tecnico. Il presidente della Provincia di Potenza, nonché presidente della Conferenza, Sabino Altobello, ha rilanciato il ruolo delle Province, “che svolgono una funzione essenziale nell’azione di coordinamento tra gli Enti locali per l’attuazione di politiche pubbliche: pertanto siamo convinti di essere adatti ad un ruolo fondamentale anche nel settore energetico”. Tra i relatori anche Luca Celi dell’Autorità di Gestione Poin – Regione Puglia: “Stiamo oggi compiendo – ha dichiarato – passi in avanti significativi nel rapporto tra le Province e il Piano Operativo interregionale, attraverso il quale intendiamo recuperare il gap del Mezzogiorno nel grado di avanzamento sui temi dell’energia sostenibile, rilevato dal Quadro di sviluppo nazionale”. Sono inoltre intervenuti Mario Battello, direttore dell’associazione Tecla, insieme con Mario Caputo; Anna De Lillo di Enea ricerche e Franco Gizzi, responsabile relazioni esterne (macroarea centro-sud) dell’Enel.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico