Caserta

De Lucia: invito Magliocca a fare politica nell’interesse del popolo

Pasquale De Lucia CASERTA. Il presidente del consiglio provinciale Pasquale De Lucia replica alle dichiarazioni del collega di consesso, Giorgio Magliocca capogruppo di An, il quale ha affermato di voler presentare una mozione di sfiducia nei suoi confronti.

“Fermo restando – afferma De Lucia – il rapporto di correttezza personale con l’amico Giorgio Magliocca, ripercorrendo le tappe e le dinamiche dell’ultimo consiglio provinciale, posso comprendere chiaramente la sua amarezza, visto che si è ritrovato isolato anche dai suoi compagni di cordata. Il tutto dopo un lavoraccio durato molti notti, visti i sessanta emendamenti preparati, sui quali ha dovuto fare più volte retromarcia. E’ chiaro che Magliocca si sente mortificato su come è andato, nel dettaglio, il suo consiglio provinciale, verificando di fatto la compattezza granitica della maggioranza. Vorrei ricordare a Giorgio che siamo stati eletti dal popolo per rappresentarne le esigenze; ed il compito della minoranza è quello, non solo di controllare ma anche di fornire gli obiettivi e di contribuire alla programmazione. Nelle ultime conferenze dei capigruppo sono stati affrontati argomenti di vitale importanza per la nostra provincia, le conferenze sono un organo istituzionale vitale, dove si discute nell’interesse del popolo. Abbiamo discusso di Università, di crisi del mondo agricolo, delle problematiche delle commissioni, delle problematiche economiche dei dipendenti, in modo da poter inserire all’ordine del giorno del consiglio provinciale, altri argomenti utili, oltre agli stessi già trattati nei consigli provinciali precedenti. Ho dovuto prendere atto però che proprio Magliocca, in questo contesto così importante, in particolare nelle ultime otto conferenze (circa 6 mesi) è sempre risultato assente. Quindi al di là di queste evidenti strumentalizzazioni, non posso dire di essere perfetto, ma credo con molta umiltà di saper fare bene il presidente del consiglio. Prendo atto della volontà di Magliocca di sfiduciarmi perché è nelle sue facoltà, ma nel contempo lo invito a fare politica per l’interesse della nostra Provincia, evitando di strumentalizzare ogni possibile appiglio. Gli ricordo che ognuno di noi riceve anche un indennità per il ruolo che svolge. E se poi non si può dire sul sito della Provincia che la maggioranza è compatta, allora siamo davvero alla morte della democrazia”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico