Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

“Ognuno è benvenuto”, in mille per la prima giornata

le autorità presentiCASAL DI PRINCIPE. Mille ragazzi provenienti dagli istituti scolastici di ogni angolo della provincia di Caserta hanno inaugurato stamane allo stadio di Casal di Principe la due giorni di “Ognuno è benvenuto”.

Un progetto teso a far emergere le positività dei giovani e del territorio promosso da Provincia, Fondazione Exodus, Comune di Casal di Principe, in collaborazione con l’Ufficio scolastico provinciale. Alla prima giornata di iniziative hanno preso parte il procuratore capo del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Corrado Lembo, il giudice della Corte Costituzionale, Giuseppe Tesauro, l’assessore provinciale alla Pubblica istruzione, Nicola Ucciero, il dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale, Vincenzo Di Matteo, il sindaco di Casal di Principe, Cipriano Cristiano, il responsabile del centro “Fernandes” di Castel Volturno, Antonio Casale, e Giancarlo Pignone della Fondazione Exodus.

il pubblicoIn contemporanea, in cinque diverse location della città, gli studenti sono stati protagonisti di laboratori e attività: sport, musica, teatro e informazione sono i linguaggi scelti per far emergere le potenzialità e i talenti delle giovani generazioni casertane. Nella palestra dell’Itc “Carli” si sono tenute le gare sportive; la piscina comunale è stato il set di proiezione dei cortometraggi e dei filmati realizzati dagli alunni di diversi istituti; nella sede del Teatro della Legalità inoltre i ragazzi dell’Itc “Stefanelli” di Mondragone hanno messo in scena lo spettacolo “Faide”; allo stadio concerti musicali e spettacoli di cabaret e infine nell’aula consiliare del Comune il dibattito sul tema “I giovani e l’informazione ai tempi di internet” con la partecipazione del presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli, della vincitrice del Premio Siani 2008, Lilly Viccaro Theo, e della scrittrice Marilena Lucente.

“Casal di Principe è e vuole sempre di più essere una città normale, aperta e ospitale, – ha sottolineato il sindaco Cristiano – ecco perché ho condiviso subito l’idea lanciata dal presidente della Provincia De Franciscis: è tempo di sperimentare, di denunciare, ma anche di costruire un’alternativa per questo territorio”.

Dibattito sull'informazioneDall’assessore Ucciero è giunto un appello ai ragazzi: “Costruite con l’impegno e la passione il vostro destino – ha detto – e ricordate che questo territorio è migliore di come appare e la gente che vi abita è migliore di come viene rappresentata, siate dunque orgogliosi della vostra terra”.

Domani la seconda e ultima giornata di eventi. Momento clou sarà il convegno “Avamposti: i luoghi dell’educare e le emergenze educative”, in programma alle ore 10.30 allo stadio comunale, a cui interverrà il fondatore di Exodus, don Antonio Mazzi, insieme con il presidente della Provincia, Sandro De Franciscis.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico