Campania

Teano, fervono i preparativi per lo storico incontro del 26 ottobre

L'incontro tra Garibladi e Vittorio EmanueleTEANO. All’alba del 26 ottobre 1860 Garibaldi, che era accampato nei pressi di Calvi, e Vittorio Emanuele, che aveva pernottato nel palazzo ducale di Presenzano, si incontrarono al ponte di San Cataldo nei pressi della Chiesa di Borgonuovo, a circa tre miglia da Teano, dove giunsero nelle prime ore della giornata.

L’evento, che ha reso famoso il nome di Teano, è ricordato da due monumenti: il primo, sul luogo dell’Incontro (Strada Provinciale nr. 329, in direzione di Caianello), fu realizzato nel centenario del 1960 ed è costituito da un’esedra con un’antica colonna di granito posta come simbolica pietra miliare sul cammino dell’Unità d’Italia; l’altro (in Largo Croci) raffigura i due personaggi a cavallo e fu realizzato nel 1996 dallo scultore sidicino Rino Feroce. L’Assessore al Turismo e Spettacolo, Rosaria Pentella, unitamente allo staff del suo assessorato, diretto dalla dottoressa Margherita Tammalleo, sta mettendo a punto gli ultimi dettagli per ricordare degnamente quello storico evento che condusse l’Italia dei comuni e dei ducati ad un’unica Nazione, un unico Stato. Il 148° anniversario dell’incontro si celebrerà durante l’arco delle giornate del 25 e 26 ottobre. La fanfara dell’Associazione Nazionale Bersaglieri di Benevento, grazie anche all’interessamento del presidente sidicino dell’ANB Vincenzo Palmieri, sarà a Teano alle ore 15.00 del giorno 25 ottobre. Verranno deposte due corone di alloro al Monumento ai Caduti da parte dell’Anb e dell’associazione Nazionale Carabinieri di Teano, di cui è presidente il Maresciallo Conca. Palmieri è riuscito ad ottenere anche la presenza di un picchetto d’onore della Brigata bersaglieri Garibaldi di Caserta, che proprio l’anno scorso venne insignita dal sindaco Raffaele Picierno della “Cittadinanza Onoraria”. Alle ore 18.00 concerto della fanfara in Piazza Umberto I° ed alle ore 19.00, nell’attigua Chiesa dell’Annunziata verrà portata in scena una rappresentazione dal titolo “Lettere dal passato a Giuseppe Garibaldi”, a cura del dottor Giuseppe Lacetera su musiche del Maestro Antonio Pompa. Il giorno 26, la Fanfara dell’Arma dei Carabinieri di Napoli darà la sveglia alla città sidicina alle ore 9.00. alle ore 10.30, presso il Duomo di Teano, il Vescovo della Diocesi di Teano-Calvi, Monsignore Arturo Aiello, celebrerà la Santa Messa. Al termine della cerimonia religiosa ci sarà una prima sfilata per la città con autorità civili e religiose, accompagnata da una scolaresca. Alle ore 12.00 ci sarà una rappresentazione storica dell’incontro, rigorosamente con abiti d’epoca, cavalli e garibaldini. Tra le autorità militari quest’anno sarà assente la Grande Unità dell’Esercito Italiano che porta, con estremo orgoglio, il nome dell’Eroe dei Due Mondi”, la Brigata Bersaglieri Garibaldi che, con i suoi uomini e donne, attualmente è in Libano nell’ambito della missione Unifil dell’Onu, “Leonte 4”. Da parte sua l’Assessore Pentella non nasconde un grande entusiasmo per la buona riuscita dell’evento storico, che nel 2010 festeggerà i primi 150 anni dell’Unità d’Italia.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico