Campania

Sanità, Romano: “Commissariamento non sia regolamento di conti”

Paolo RomanoNAPOLI. “La dichiarazioni rilasciate oggi dal ministro Sacconi, il quale, ‘pesando’ il volume dello sforamento del deficit rispetto al Piano di Rientro della Sanità campana, utilizza l’espressione ‘addirittura 380 milioni di euro’, preludono, a differenza da quanto sostenuto giorni or sono dal sottosegretario Fazio, alla nomina del Commissario ad acta”.

Lo afferma il presidente del gruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, Paolo Romano, in merito al piano di rientro della sanità campana. “Un atto – continua Romano – che riteniamo dovuto e non certo e non soltanto rispetto al dato negativo contabile dichiarato che, pensiamo, sia fortemente sottostimato. Il timore, tuttavia, anche per come sta evolvendo il dibattito nella maggioranza, è che il commissariamento in questione possa risolversi esclusivamente in un affare interno al centrosinistra, in una sorta di regolamento di conti in giunta. In questo senso, considerato che il Piano di Rientro dal deficit e la rivisitazione del Piano Ospedaliero possono costituire davvero un’occasione unica per eliminare inappropriatezze e diseconomie clientelari dalla sanità campana e restituire dignità al diritto alla salute dei cittadini, non possiamo non auspicare che il ministero eviti di nominare un politico locale e che opti, invece, per un tecnico esterno”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico