Aversa

Mondanaro: “Il lavoro di Mariniello è pari a zero”

Giovanni MondanaroAVERSA. “Premettendo che ritengo di dover chiedere scusa ai lettori di Pupia per i toni che possono aver caratterizzato gli ultimi miei interventi, credo comunque di dover fare per amore di verità alcune precisazioni”.

Lo scrive Giovanni Mondanaro, esponente de La Destra, in una lettera inviata in redazione riguardante la polemica tra lui e il consigliere comunale di An Gianmario Mariniello.

“Mariniello nel suo comunicato parla di spessore delle persone. Qualcuno dovrebbe fargli presente che lo spessore delle persone lo si guarda anche dalle menzogne che uno dice, e di menzogne nel suo comunicato ce ne sono. Mariniello ascrive al sottoscritto la potenzialità di un solo voto. Magari qualcuno dovrebbe spiegargli che Aversa è piena di vie e piazze dove abitano le persone. Forse Mariniello vuole farmi credere che i suoi voti sono usciti solo ed esclusivamente dalla sua abitazione? Chissà perché ricordo che piu’ volte io e Mariniello in campagna elettorale abbiamo contattato telefonicamente gli elettori, anche il giorno prima delle elezioni. Ricordo pure che le ore seguenti alle elezioni giravo per vedere i voti in quale sezione e dove erano usciti.

Mariniello incalza dicendo che io non sono neanche l’ultima persona alla quale lui deve rendere conto del suo operato da consigliere e che i numeri non mentono. Ora io mi chiedo se i numeri non mentono e Mariniello mi attribuisce un solo voto, allora io credo che in qualità di suo elettore(cosa che non succederà più) egli debba rendermi comunque conto del suo operato. Passiamo ora alla questione pista di atletica leggera. Ricordo benissimo che Mariniello elogiò piu’ di una volta la mia persona, dicendomi che ero stato l’unico e ribadisco unica persona che gli aveva chiesto una cosa per la città. Ricordo benissimo il suo stupore quando gli dissi che io avevo un sogno ed era quello di vedere la pista di atletica leggera ad Aversa per quanto ad Aversa ci siano tante altre problematiche. Lui rimase stupefatto.

Forse Mariniello non ricorda piu’ che in campagna elettorale promuovemmo una manifestazione pro pista di atletica leggera e anche in quella occasione mi promise che da consigliere comunale sarebbe riuscito a far costruire la pista visto che il finanziamento per l’opera già c’era. Certo è un vero peccato che queste cose Mariniello non le ricorda piu’. Peccato non ricordi neanche che gli chiesi l’interessamento dell’ufficio sport di Alleanza Nazionale per portare avanti le mie proposte e lui concordò con me visto che io ero l’unico sportivo che chiedeva di entrare a far parte di quello ufficio e che nessuno poteva dirmi di no(faccio presente che questi incarichi sono totalmente gratuiti e a me servivano solo per farmi ricevere dalle autorità locali ,provinciali e regionali).

Tengo a precisare anche che quando mi chiesero di diventare responsabile provinciale dello sport della Destra io lo chiamai per dirglielo e lui ebbe la bella faccia tosta di dirmi a distanza di un anno che proprio in quel momento AVEVA RISOLTO LA QUESTIONE DELL’UFFICIO SPORT. Potete immaginare il mio stupore davanti alle parole del Mariniello.

Infine, magia delle magie, Mariniello nel suo comunicato stampa fa venire fuori una mia gelosia nei suoi confronti. In effetti se volessi interpretare il ruolo dei puffi allora sarei veramente geloso di lui. Vedi Gianmario, in effetti le tue parole hanno del vero solo quando dici che ti limiti solo a dare il tuo contributo. Peccato però che il tuo contributo e te lo dico come tuo elettore è pari a zero.

Ciao e a non più risentirci”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico