Sant’Arpino

Conclusa la VII edizione dell’Atellana Festival

Lili BabaSANT’ARPINO. Grande successo e grandi consensi per la VII edizione dell’atellana festival che si è svolta lo scorso fine settimana nello splendido castello di Teverolaccio.

Ad organizzare la rassegna che, come ogni anno, ha visto sfidarsi gli otto migliori gruppi iscritti al concorso, l’Arci spaccio culturale di Succivo. Grande novità di questa edizione, la collaborazione con l’associazione Art Onlus che si è occupata, in particolare, della scenografia e dell’illuminazione del castello e che ha allestito una mostra fotografica con le foto di tutte le precedenti edizioni del festival. Oltre seimila gli spettatori che, nelle tre serate, hanno animato la splendida location assistendo allo spettacolo offerto dagli artisti che si sono esibiti sul palco e che hanno letteralmente incantato giovani e appassionati provenienti da tutte le province campane. Vincitore della rassegna di quest’anno il gruppo francese Lili Baba et les 40 Rumeurs, «che si è contraddistinto per la forte armonia dei contrasti musicali ed etnici» secondo la giuria di esperti guidata dal responsabile delle edizioni Intra Moenia Luigi Solito.

“Un successo che è andato ben oltre ogni nostra aspettativa – ha dichiarato Vittorio Errico, Presidente dell’associazione Art Onlus – che ci ha riempiti di orgoglio e, soprattutto, ci ha ripagati del grande sforzo organizzativo. L’Atellana festival rappresenta, indubbiamente, uno dei maggiori eventi che si organizza nell’area atellana. La rassegna viene realizzata ogni anno con passione e grandi sforzi per la cura di ogni minimo dettaglio pur avendo a disposizione un budget molto limitato. La mia ammirazione e quella di tutta l’associazione va, per questo, ai ragazzi dell’arci che, nonostante le difficoltà oggettive, sono riusciti a dare vita ad uno spettacolo meraviglioso e che ha riscosso un grande successo. Con loro abbiamo lavorato molto bene, c’è stata grande sintonia e sono certo che questo sarà solo l’inizio di una proficua collaborazione. Spero, inoltre, che presto anche le altre istituzioni si rendano conto dell’importanza di questo evento e che contribuiscano concretamente affinchè il risultato sia sempre più gratificante per gli organizzatori”.

Per qualsiasi informazione sull’atellana festival è possibile consultare i siti internet www.assart.org e www.atellanafestival.com.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico