Sant’Arpino

Co.di, Capasso attacca l’atteggiamento della minoranza

Ernesto CapassoSANT’ARPINO. Si è riunito giovedì sera il cda del Comitato dei Diritti dell’Infanzia che ha fatto il punto della situazione all’indomani della conclusione del progetto “Estate Ragazzi” e in vista dell’avvio di nuove iniziative a cominciare da “Amica Infanzia”.

Particolarmente entusiasta il presidente Ernesto Capasso, che, però, nella sua relazione, poi approvata all’unanimità dal cda, ha stigmatizzato la speculazione politica fatta da un gruppo consiliare (quello di minoranza ndr) durante la cerimonia conclusiva di Estate Ragazzi.

Ecco il testo integrale della relazione di Capasso fatta propria dall’intero Comitato dei Diritti dell’Infanzia. “Gentili componenti del consiglio d’amministrazione, stasera siamo qui all’indomani della magnifica cerimonia conclusiva del progetto “Estate Ragazzi 2008”, che venerdì sera ha raccolto migliaia di persone nel centro storico del nostro paese. Sono davvero orgoglioso e felice delle riuscita dell’intera manifestazione. Un evento che, come ricorderemo, abbiamo programmato e realizzato in pochissimo tempo a causa delle elezioni dello scorso aprile. Ebbene nonostante la brevità del tempo a nostra disposizione possiamo essere davvero soddisfatti di quanto siamo stati in grado di offrire ai ragazzi della nostra comunità. Un lavoro eccellente che è stato unanimemente apprezzato come stanno puntualmente a testimoniare le parole dei genitori e degli alunni in tutti questi mesi, l’attenzione dei mezzi di comunicazione, a cominciare dalla tv e dai giornali, e dalle tante testimonianze di esperti del settore come la Presidente Regionale dell’Unicef Margherita Dini Ciacci e il dottor Gennaro Imperatore, Garante dell’Infanzia della Campania. Se tutto questo è stato possibile è solamente grazie alla passione, alla dedizione e alla testardaggine di tutti voi, degli esperti, dei tutor, dei volontari e di quanti hanno collaborato. Per questo vi ringrazio e vi esprimo la mia più profonda stima, perché con i fatti avete, ancora una volta dimostrato, di credere nella missione nel Co.Di., nella sua filosofia, di credere veramente nell’idea di un mondo a misura di bambino. Non voglio fare nomi per non rischiare di dimenticare nessuno, perché questa rappresenterebbe una grave ingiustizia. L’entusiasmo e la felicità che mi pervadono in questi giorni non mi fanno dimenticare, però, come ancora oggi ci sono persone che non capiscono, o, più verosimilmente, fanno finta di non capire che le iniziative a favore dei più giovani e dei bambini non hanno alcun colore politico e devono rimanere estranee a quella che, volgarmente, è definita la “lotta” politica. Sono rimasto letteralmente sconcertato dalla distribuzione di un volantino politico da parte di un gruppo consiliare all’interno del Palazzo Ducale durante la cerimonia conclusiva dell’Estate Ragazzi. Un atteggiamento scorretto e fuori luogo posto in essere da chi, evidentemente, non ha capito il senso e le finalità del Comitato per i Diritti dell’Infanzia e che nessun gruppo politico potrà permettersi di tenere in futuro. Propongo, pertanto, a questo pregiato Consiglio d’Amministrazione di stigmatizzare ufficialmente il comportamento del suddetto gruppo consiliare in quanto in contrasto con lo spirito del nostro sodalizio e con le finalità dell’altra sera. Credo doveroso un nostro intervento in tal senso per evitare il ripetersi di situazioni analoghe in futuro, per tutelare la dignità del Comitato per i Diritti dell’Infanzia e per mettere al riparo i nostri ragazzi da strumentalizzazioni politiche di bassa lega”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico