San Marcellino

Soggiorno climatico a Misano Adriatico per 50 anziani

Il sindaco Carbone con gli anzianiSAN MARCELLINO. Normalità. In un momento estremamente difficile per la comunità di San Marcellino, al centro della grave escalation degli episodi criminali registrati nelle ultime settimane, ecco arrivare una ventata di positività.

Con cinquanta persone della terza età che, grazie al soggiorno climatico promosso dal settore Politiche sociali del Comune, si trovano attualmente nella località balneare di Misano Adriatico, nelle immediate vicinanze di Cattolica, sembra che sia ritornato il sorriso. A far visita agli anziani sammarcellinesi, accompagnati sul posto dall’assistente sociale Dino Verdino, anche il sindaco Pasquale Carbone e l’assessore al ramo Giuseppe Cacciapuoti. “La vacanza dei cittadini più anziani – sostiene Carbone – nella drammatica situazione che sta vivendo la nostra comunità, ancora scossa per i fatti di cronaca degli ultimi giorni, assume un significato particolare e – aggiunge il sindaco – si innalza a strumento per coltivare in maniera energica la speranza del cambiamento e del riscatto, che, solo dinanzi a belle pagine di aggregazione sociale e di integrazione, possono diventare possibili”.

Il sindaco Carbone con gli anzianiE’ particolarmente elevata l’attenzione riservata, a San Marcellino, alle esigenze della terza età. Basti pensare che il prossimo mese, altri 150 cittadini ultra sessantacinquenni effettueranno un ciclo termale a Telese Terme. Dunque 200 anziani che vivranno un periodo di svago e di confronto. “Vivere al loro fianco – afferma l’assessore Cacciapuoti – è l’occasione di una profonda crescita. Le istituzioni hanno il dovere di sostenere e di motivare la terza età. E’ per questo che siamo sempre attenti alle loro esigenze”.

Dunque a San Marcellino gli anziani sono in primo piano. Coinvolti nelle iniziative del Comune e anche in quelle della scuola. Grande successo ha riscosso il laboratorio di cui sono stati protagonisti “i nonni” inserito fra le attività extradidattiche svolte nell’ambito del progetto “Scuole Aperte” dal circolo didattico.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico