Orta di Atella

Manifestazione celebrativa per i ‘Martiri Atellani’

gli alunni delle scuoleORTA DI ATELLA. Il 30 settembre è un giorno nefasto per la popolazione di Orta di Atella poiché ricorda l’uccisione dei 25 ‘martiri atellani’ che martedì mattina sono stati commemorati nella piazza centrale della cittadina. video

La storia rammenta che tutto ebbe inizio nel primo pomeriggio del 30 settembre 1943: dopo un lungo saccheggio perpetrato per le strade di Orta di Atella e durato buona parte della giornata, le truppe naziste, adducendo a pretesto un presunto furto ai loro danni, prelevarono coattivamente dalle proprie abitazioni 25 civili innocenti, fra cui giovani ed anziani. Di essi quattro furono uccisi durante la perlustrazione e la razzia per il paese; 21, invece, catturati e portati in periferia, furono fucilati in una sola ecatombe. L’unico a scampare alla furia delle truppe tedesche, fu Salvatore Costantino, da tutti conosciuto come “Passariello”. Da quel nefasto 30 settembre di sessantatre anni fa quelle vittime sono ricordate come i “Martiri Atellani” e rappresentano tanto per Orta di Atella e per gli ortesi che conservano stretti il ricordo ed il sacrificio dei loro eroi. Alla cerimonia erano presenti il commissario prefettizio Franco Provolo, i membri del circolo anziani, gli alunni delle scuole del paese e un gruppo di cittadini.

Commemorazione Martiri Atellani (30.09.08)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico